Site icon Syrus

Come creare un chat bot per il tuo sito web

Un “chat bot“, conosciuto anche con la denominazione di “chatbot” o “chatterbot”, è un programma studiato con l’obiettivo di “simulare una conversazione con un essere umano”. Un chat bot ha la funzione anche di imitare il comportamento di un umano; per questo motivo, prende anche il nome di “agente intelligente” e viene usato per realizzare la guida in linea e per rispondere alle FAQ degli utenti che visitano un sito. Esistono alcuni chat bot che fanno ricorso ad innovativi e tecnologici “sistemi di di elaborazione del linguaggio naturale”, mentre molti altri “si limitano a eseguire la scansione delle parole chiave nella finestra di input e fornire una risposta con le parole chiave più corrispondenti”. La parola “chatterbot” fu inventata nel 1994 da Michael Mauldin, colui che progettò e lanciò il “ChatBot Verbot”, con lo scopo di definire al meglio i programmi dedicati alla simulazione delle conversazioni tra esseri umani.

Il chat bot, dunque, viene usato anche per rispondere alle domande frequenti dei nuovi utenti di un sito Internet. Seppur non esista una soluzione unica ed universale, è possibile seguire alcune strategie preziose per imparare come creare un chat bot per un sito web. Il primo consiglio dei più esperti suggerisce di mettere insieme il chat bot con il programma di live chat di un sito web perché, in questo modo, diventa più facile inoltrare le richieste ad un addetto, nel momento in cui il cliente si trova di fronte ad una criticità che non riesce a risolvere. Esistono differenti modalità con cui usare un chat bot personalizzato all’interno di un sito web. A tal proposito, vengono suggerite quattro diverse modalità di routing: Umano, con il chat bot che alla stessa stregua di un addetto ai servizi “in carne ed ossa”, fornisce risposte ad ogni richiesta; Failover, con il chat bot che entra in azione soltanto se “tutti i chat di slot sono occupati”; Firewall, con il chat bot a rispondere per primo a tutte le richieste che arrivano; Orario di servizio, una funzione attiva sempre, per cui il chat bot risponde a tutte le richieste.

Inoltre, il chat bot di un sito web può assumere diverse modalità di interazione: Testo, per cui il Logic Bot e l’API di Chatbot consentono al cliente di inviare messaggi di testo, allo scopo di raccogliere informazioni utili per la risoluzione del problema; Bolle, per cui il chat bot mostra al cliente differenti opzioni tra cui scegliere e, in seguito alla selezione di una specifica richiesta, è lo stesso software a dare una risposta o ad eseguire un’azione; Carosello, che è simile alla modalità precedente delle bolle, che mostra al cliente diverse scelte, con la possibilità in più di aggiungere un’immagine, un titolo ed una descrizione per ogni opzione impostata.

Un secondo metodo, forse più veloce ed agevole, per creare un chat bot per il sito web è quello di usare una piattaforma già preimpostata. Questi strumenti già prestabiliti consentono al chat bot di fornire un servizio 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, senza la necessità di un intervento umano, essendo attivo per la risoluzione di semplici attività, seppur abbia una struttura rigida e lasci poco spazio all’interazione del cliente. Tuttavia, è possibile migliorarne il sistema di funzionamento, installando dei plugin dedicati (motori di ricerca come Google o Bing). Infine, il modo migliore per creare un chat bot più sofisticato e tecnicamente più avanzato per il sito web, è collegare la chat presente sulla piattaforma con uno strumento di intelligenza artificiale avanzata. In questo modo, un chat boat dotato di un’intelligenza artificiale più avanzata avrà la capacità di reperire il database delle richieste precedenti dei clienti e delle risposte già fornite potendo, a sua volta, formulare una risposta in grado di soddisfare al meglio le domande avanzate dai nuovi utenti, supportandoli adeguatamente nelle risoluzione della criticità riscontrata.

Syrus

Exit mobile version