Site icon Syrus

Come eliminare definitivamente un sito Google Sites

In principio era il blog, il diario web (weblog). Poi, con la diffusione della moda di tenere traccia sul web dei propri pensieri, siamo arrivati ai CMS e alle piattaforme specializzate, come WordPress, e ai siti dedicati ad ospitare, più o meno gratuitamente, chiunque abbia voglia di dire qualcosa alla vasta platea del mondo di internet. Naturalmente i big dell’informatica non si sono fatti sfuggire questa grossa occasione, con Google che propone addirittura die diverse soluzioni: Blogger, dedicata all’utente singolo e privato, e Google Sites, una soluzione orientata verso le esigenze delle aziende e dei teams. Google Sites fa parte di Google Workspace (una volta G Suite), il gruppo di app di produttività (Gmail, Calendar, Drive, Documenti, Fogli, Presentazioni, Meet e altro ancora) che Big G mette a disposizione, gratuitamente, di chiunque abbia un account Google. Naturalmente esistono dei piani a pagamento dedicati alle aziende che offrono funzionalità aggiuntive a livello aziendale fra cui un dominio personalizzato per il sito Google.

Perché eliminare un sito Google Sites

Abbiano visto i vantaggi, per un team o un’azienda, di creare e mantenere un sito utilizzando l’app di Google Workspace. E, allora, perché dovremmo decidere di eliminarlo definitivamente? Sicuramente l’eliminazione definitiva di un sito è un’operazione quasi indispensabile se non funziona, se non viene utilizzato o aggiornato periodicamente. Un sito non aggiornato è una specie di macchia nera sul nostro curriculum in internet. Un altro buon motivo per eliminare un sito da Google Site è esattamente l’opposto: il nostro lavoro è stato produttivo al punto che si sono aperte nuove prospettive e nuove esigenze che impongono una completa revisione delle strategie sul web e il nostro consulente di web marketing ci consiglia una soluzione più performante, magari con un web server nostro o con un nuovo account Google Workspace. In questo caso potremo fare una scelta radicale con eliminazione definitiva del sito da Google Site oppure fare un redirect di quanto ospitato nel Google Workspace sul nuovo dominio.

Eliminiamo il sito

Il primo passo da compiere, ovviamente, è di accedere alla nostra Console di amministrazione Google. Ricordiamoci di usare un account amministratore di Workspace e non l’utente di posta elettronica. Prima di procedere oltre dovremo effettuare una serie di operazioni per evitare di lasciare gruppi e utenti “orfani” del nome di dominio associato. Per prima cosa, quindi, elimineremo tutti i gruppi associati al dominio che vogliamo eliminare. Dalla Console di Amministrazione entreremo nel pannello di gestione degli Utenti e, utilizzando la barra di ricerca dove digiteremo il nome del dominio che stiamo rimuovendo, per rinominare tutti gli utenti che erano associati. Se abbiamo molti utenti possiamo prevedere di rinominarli in blocco. Rinominati gli utenti torneremo alla home page della Console di amministrazione, andremo su Domini e poi su Gestisci domini, scorrendo fino al dominio che vogliamo rimuovere e faremo clic su Rimuovi. Google ci offre la possibilità di riutilizzare il nome di un dominio eliminato entro 30 minuti dalla sua rimozione anche se, se avevamo molti utenti, potrebbe essere necessario attendere fino a 24 ore. Se abbiamo deciso di passare a un nuovo account Google Workspace, per utilizzare il dominio eliminato potrebbe essere necessario attendere anche 48 ore.

 

Syrus

Exit mobile version