Come fare il rapporto di statistiche scansione siti web su Google Search Console

Come fare il rapporto di statistiche scansione siti web su Google Search Console

07/12/2020 0 Di miriampaterna

Se possiedi un sito o un qualsiasi contenuto sul web, sicuramente saprai che la SEO è fondamentale. Tra i migliori strumenti SEO disponibili vi è Google Search Console: grazie a questo servizio di Google, puoi costantemente controllare lo stato di salute del tuo sito e la sua compatibilità con i parametri di Google. Tra le altre cose, puoi anche visualizzare il rapporto di statistiche scansione del tuo sito web, ovvero puoi visualizzare ad esempio quante richieste sono state effettuate e quando, quali risposte ha fornito il server, quali problemi sono stati riscontrati in questo scambio di informazioni, ecc.

Per scoprire tutto ciò, ti sarà molto utile sapere come fare il rapporto di statistiche scansione siti web su Google Search Console: continua a leggere questo articolo e ti spiegherò come farlo!

  • Come accedere al rapporto Statistiche di scansione
  • Come consultare un rapporto Statistiche di scansione

Come accedere al rapporto Statistiche di scansione

Innanzitutto, vediamo come accedere al rapporto Statistiche di scansione di Google Search Console. Come primo passo, apri Google Search Console cliccando su questo link.

A questo punto, dovrai decidere quale tipo di proprietà selezionare: se una proprietà Dominio (ad esempio example.com, o m.example.com), oppure una proprietà con prefisso URL a livello di dominio (per esempio, https://example.com).

Una volta inserita la proprietà, apri il rapporto Statistiche di scansione, a cui potrai accedere anche andando su Google Search Console>Impostazioni proprietà>Statistiche di scansione.

A questo punto, si avrà accesso a tutte le statistiche di scansione della Search Console di Google: esse mostrano l’attività dei Google Bots che hanno ispezionato il tuo sito web negli ultimi tre mesi.

In questo modo, potrai valutare il tipo di informazioni che Google raccoglie dal tuo sito, come per esempio i file HTML, CSS, JavaScript, le immagini o i PDF. 

Vediamo ora, nel dettaglio, cosa è presente in un rapporto di statistiche scansione di un sito web e come consultarlo.

Come consultare un rapporto Statistiche di scansione

Una volta che abbiamo eseguito l’accesso al nostro rapporto, potremo vedere che abbiamo la possibilità di consultare diverse informazioni di scansione riguardo il sito che ci interessa: le richieste di scansioni totali, le dimensioni totali dei download, il tempo medio di risposta, lo stato dell’host, la risposta alle scansioni, il tipo di file, lo scopo della scansione ed il tipo di Googlebot.

In generale, possiamo dire che non esiste una percentuale di indicizzazione ideale, tuttavia possono esistere all’interno dei grafici di scansione diversi picchi, sia verso l’alto che verso il basso.

Nel primo caso, dei picchi verso l’alto, è probabile che tu stia aggiungendo tanti nuovi contenuti al tuo sito e quindi le scansioni sono più elevate e frequenti. Nel caso di un picco verso il basso, invece, può capitare che vi siano dei formati che il servizio di scansione di Google non riesce a leggere, come quando vengono modificati o rovinati dei file CSS, Java o HTML.

Una volta scansionati tutti i prodotti del tuo sito, è importante che tu sappia che queste scansioni possono migliorare di gran lunga la tua SEO: per far sì che ciò avvenga, devi permettere sempre ai Googlebots di vedere agevolmente le pagine che vuoi indicizzare e posizionare tra i primi risultati del motore di ricerca.

Leggi anche: