Site icon Syrus

Come le forze dell’ordine possono contattare Facebook e Instagram per prendere l’indirizzo IP di un profilo

In questo articolo vedremo nello specifico in che modo le forze dell’ordine possono contattare Facebook e Instagram per prendere l’indirizzo IP di un profilo specifico. Sicuramente ti starai chiedendo il perché questa eventualità possa avvenire, ecco perché prima di vedere nel dettaglio le mosse che le forze dell’ordine possono mettere in pratica per recuperare questi dati richiesti, cerchiamo di capire le motivazioni che si celano dietro a questo particolare interesse. 

In realtà, il motivo è anche abbastanza banale e facile da intuire: qui si parla di illeciti svolti sul web, in particolare sui social di Mark Zuckerberg

Illeciti che possono essere di varia natura, dalla vendita irregolare di materiali legali o meno, passando per le violenze di tutti i generi, finendo per gli atti intimidatori e le minacce verbali o fisiche. 

Insomma, Facebook e Instagram possono essere delle piattaforme che, se usate nella maniera sbagliata, creano danni particolarmente gravi agli utenti, ed ecco perché le forze dell’ordine – e in particolare la polizia postale – possono dover contattare chi di competenza per rintracciare l’indirizzo IP di un profilo

Per farlo, sicuramente ci sarà da distinguere una procedura online da una per posta. 

Per quel che riguarda la procedura online, le forze dell’ordine devono indirizzare la loro richiesta a “Facebook Ireland Ltd., 4 Grand Canal Square, Dublin 2, Ireland”. 

In questo modo, vengono invitati i rappresentanti delle forze dell’ordine ad utilizzare il sistema adibito appositamente per le richieste online accedendo a questo link facebook.com/records per poter inviare, monitorare ed elaborare le richieste. 

Ecco che viene specificato come, per poter accedere al sistema per le richieste online delle forze dell’ordine, anche un indirizzo e-mail ufficiale.

Per poter presentare richiesta tramite posta, invece, occorre considerare questi dati “Facebook, Ireland Ltd., Attn: Law Enforcement Response Team, 4 Grand Canal Square, Dublin 2, Ireland”. 

Ovviamente, adottando questo secondo procedimento, i tempi di attesa per l’elaborazione del tutto saranno inevitabilmente più lunghi. 

Come vedi il sistema e il procedimento sono stati progettati ad hoc per poter essere ottimali e funzionali a prescindere dalle modalità di lavoro scelte dalle forze dell’ordine, le quali devono necessariamente richiedere la possibilità di intercettare un indirizzo IP direttamente alla sede centrale di Facebook e Instagram e motivare la loro richiesta. In questo modo possono essere perseguiti tutti gli ideali di giustizia e di regolamentazione anche sul web e sui social network, così come accade nella vita reale.

Syrus

Exit mobile version