Site icon Syrus

Come ridurre i consumi energetici con un SMS

come ridurre consumi energetici con sms

I salassi che le famiglie italiane stanno subendo a causa del costante aumento delle bollette stanno assumendo delle proporzioni davvero enormi. Un’altra grande difficoltà è rappresentata dal fatto che le specifiche sui consumi che troviamo nelle bollette sono, molto spesso, incomprensibili e non si riesce mai a capire da dove nasce il problema, oltre che al rincaro dei prezzi. Per far fronte a questo problema è nato, in Sicilia, un sistema che permette agli utenti di conoscere in anticipo l’andamento dei propri consumi e tutto questo è possibile con un semplicissimo SMS e sfruttando un algoritmo, frutto dell’intelligenza artificiale. Attraverso una procedura che prevede, appunto, l’invio di un messaggio sul cellulare l’utente può essere informato se il proprio consumo è superiore o meno rispetto alla media. Questa novità, oltre a dare la possibilità all’utente di apportare migliorie per allentare i consumi, produce anche vantaggi alle società che erogano i servizi. In una recente intervista Massimo Franco Galioto, fondatore di Madonie Luce la società che ha ideato questo innovativo sistema, ha dichiarato: “Quando arriva una bolletta che non ti aspetti accusi come responsabile chi il servizio te lo ha fornito, ma si tratta solo di una sensazione sbagliata. Nonostante questo, il 40% degli utenti, davanti a un costo ritenuto eccessivo, provano a rivolgersi ad altri. Il 25% si limita a lamentarsi, il 20% tenta di risparmiare e solo il restante 15% capisce la situazione. Questo vuol dire che se si sposta l’attenzione del consumo effettuato sui propri comportamenti spesso sbagliati, quel 40% verrebbe decisamente abbattuto con un vantaggio importante per le aziende, le quali non guadagnano sull’energia di cui l’utente usufruisce ma sugli oneri accessori. Il che significa che limitare i cambi di casacca è per le società erogatrici un affare non da poco“. Quello messo a punto da Galioto è, a tutti gli effetti, un consumo intelligente e si tratta di un’opportunità sia di natura ambientale che di natura economica. Secondo questo sistema, grazie ad un semplice messaggio, l’utente una volta aver appreso di aver consumato di più è maggiormente spinto a ridurre i propri consumi, seguendo i soliti consigli: azionando la lavatrice nelle ore notturne, quando non vengono utilizzati scollegare i dispositivi e, semplicemente, spegnendo la luce quando effettivamente non serve che sia accesa. Galioto ha anche aggiunto che “in molti casi l’alert sul consumo energetico ha permesso di scovare anomalie o, più in generale, una dispersione di cui non si aveva contezza“. Il sistema che è stato introdotto in Sicilia può essere un propulsore per dare più consapevolezza agli utenti, dando la possibilità di guardare con ottimismo al futuro, soprattutto dopo che abbiamo e stiamo affrontando gli effetti della pandemia, della guerra e dei prezzi alle stelle. Bastano pochi e semplici gesti che, molto spesso, ognuno di noi tende a sottovalutare.

Ti consiglio di leggere anche…

La mini-casa che autoproduce energia è realtà

Sai qual è il tuo impatto ambientale? Scoprilo con le app

Auto a energia solare, è boom di prenotazioni

 

Syrus

Exit mobile version