ORM

Cos’è lORM? ORM è acronimo di Object Relationship Mapping, definizione di una specifica tecnica di programmazione ad oggetti rivolta all’integrazione di sistemi software. La programmazione è l’attività di scrittura delle istruzioni da far eseguire al computer. Per fare questo, naturalmente, è necessario conoscere le regole di sintassi del linguaggio di programmazione. In realtà esistono diversi linguaggi, alcuni sono oramai obsoleti (es. Pascal, Frotran, Basic), altri utilizzati ancora oggi, come il linguaggio Java o il linguaggio HTML. L’ORM o Object Relationship Mapping preferisce il linguaggio Java.

Non esiste un miglior linguaggio in assoluto, ogni linguaggio di programmazione, infatti, è stato pensato per essere utilizzato in ambiti specifici. Ad esempio, per creare un’applicazione web è preferibile utilizzare il Java, per creare un sito web dinamico il linguaggio HTML e Php, ecc. Per chi vuole iniziare a cimentarsi con la programmazione tuttavia, il Java è sicuramente quello più semplice.

Cos’è il linguaggio di programmazione Java e a cosa serve?

Il linguaggio Java (da non confondere con Javascript), è ancora oggi il linguaggio di programmazione più popolare al mondo, oltre a essere quello più richiesto nel settore informatico. Non a caso vanta un’enorme comunità di sviluppatori ed è usato praticamente ovunque (dalle applicazioni web allo sviluppo per il mobile).

Il Java è nato agli inizi degli anni Novanta e prodotto da Sun Microsystems. È stato realizzato da un gruppo di sviluppatori capitanati da James Gosling per creare un linguaggio Object Oriented che potesse da un lato garantire una maggiore semplicità di scrittura e la gestione del codice rispetto al C++, e dall’altro di realizzare programmi non legati ad un’architettura precisa.

La vera forza del linguaggio Java, infatti, oltre alla sua relativa semplicità, è la sua estrema versatilità. Può funzionare ovunque, indipendentemente dalla piattaforma su cui è eseguito. Il merito è della Java Virtual Machine (JVM), una macchina virtuale in grado di convertire il codice Java in un codice che il computer può eseguire. Ciò vuol dire che si può scrivere lo stesso codice Java una sola volta ed eseguirlo su qualunque sistema (Windows, Mac, smartphone, ecc.).

Come funziona il linguaggio Java

Java è orientato agli oggetti e sfrutta una gerarchia semplice, costituita da:

  • Classi: una classe è un costrutto utilizzato come modello per creare oggetti.
  • Attributi: sono gli elementi che caratterizzano l’oggetto.
  • Metodi: sono le azioni che un oggetto può compiere.
  • Oggetti: l’oggetto è l’istanza di una classe, cioè un’entità che il programmatore può manipolare, assegnando uno stato agli attributi e usando i metodi di una classe. 

Cosa si può sviluppare con il linguaggio Java

Java, come accennato sopra, è utilizzato in molti ambiti (spesso in combinazione con altri strumenti basati su Java) per creare applicazioni web come i siti Internet dinamici (es. social network, e-commerce, siti aziendali, ecc.), e servizi web. Java inoltre, è il linguaggio per eccellenza per creare applicazioni Android. Ma non finisce qui… Java, infatti, può essere impiegato anche per creare programmi per computer e per i sistemi embedded (integrati).