Site icon Syrus

Una raccolta fondi su YouTube da 10 milioni di dollari per pulire gli oceani

Il problema dell’inquinamento ambientale oggi si fa sentire più forte che mai e investe soprattutto il mare e gli oceani. Ormai, l’inquinamento degli oceani non si limita più solo alla plastica, ma comprende un mix di metalli tossici, prodotti chimici, rifiuti urbani e industriali, pesticidi e fertilizzanti, petrolio e così via. Pensare che tutto questo si trova negli oceani fa spavento, ma ciò che è ancora più grave è che, secondo un report pubblicato sulla rivista Annals of Global Heart, l’80% di queste sostanze proviene da fonti terrestri e raggiunge le acque tramite i fiumi, la pioggia e gli scarichi diretti. Non starò qui ad elencare i rischi di quanto appena riportato, ma parlerò di una bellissima iniziativa presa da YouTube e nello specifico da uno dei suoi utenti più attivi. 

Mi riferisco allo Youtuber Jimmy Donaldson, conosciuto online come Mr.Beast, che ha organizzato una raccolta fondi tramite la quale è riuscito a raccogliere più di 10 milioni di dollari per #TeamSeas, una campagna che ha come obiettivo proprio quello di ripulire i fiumi, le spiagge di tutto il mondo e gli oceani dai rifiuti che li stanno contaminando. Lo scopo da raggiungere è quello di riuscire a rimuovere 30 milioni di chili di spazzatura presente nel mare entro la fine dell’anno; per farlo e per riuscire a portare a termine la sua missione, #TeamSeas si serve dell’aiuto di altre due organizzazioni: Ocean Conservancy e The Ocean Cleanup.

Non è la prima volta che Mr.Beast lavora e collabora ad iniziative di questo genere; infatti, questa è la sua seconda campagna di raccolta fondi per #TeamSeas dopo il 2019. In quell’occasione, Mr.Beast in meno di una settimana è riuscito a raccogliere 7 milioni e, sempre nello stesso anno, ha raccolto oltre 23 milioni di dollari per la Arbor Day Foundation grazie alla quale è stato possibile piantare più di 9 milioni di alberi che tutt’oggi continuano ad aumentare.  

Comunque la battaglia dello Youtuber non finisce qui, anzi ha deciso di alzare l’asticella e di raggiungere un obiettivo ancora più ambizioso: raccogliere 30 milioni di dollari per la campagna #TeamSeas entro gennaio 2022 e, seguendo le adesioni ed i progressi raggiunti finora, tutto fa pensare che tale obiettivo sarà soddisfatto. Stando alle dichiarazioni di Mr.Beast, YouTube Originals sta partecipando attivamente a tale iniziativa e, a tal proposito, ha fatto la prima donazione ufficiale per un ammontare di circa 400 mila dollari, gesto che ha spinto moltissimi creatori di contenuti presenti sulla piattaforma a partecipare alla campagna. 

Gli oceani, comunque, non sono gli unici a subire le conseguenze dell’attività umana; c’è un altro problema che si fa sempre più sentire ed è quello dell’inquinamento del cloud e dei data center

Syrus

Exit mobile version