Site icon Syrus

Come creare un’unità USB di ripristino in Windows 11 su chiavetta USB

USB Windows 11

La maggior parte degli utenti che possiede un computer Windows 10, forse, non sa quanto sia importante creare un’unità USB di ripristino. Infatti, qualora il computer incontrasse dei problemi, il sistema operativo Windows 11 si bloccasse o smettesse di funzionare correttamente, disponendo di un’unità USB di ripristino, sarebbe possibile correggere ogni tipologia di errore, senza dover ricorrere al supporto tecnico di un esperto.

Che cos’è un’unità USB di ripristino in Windows 11

Un’unità USB di ripristino in Windows 11 è una chiavetta e rappresenta una sorta di evoluzione del vecchio DVD, oramai obsoleto e superato; per di più, è molto più veloce e pratica e, cosa non da poco, è semplice da realizzare. Pertanto, l’unità di ripristino in Windows 11 è un “disco avviabile”, che può essere creato da un PC Windows, utile per studiare e risolvere i problemi che che potrebbero causare il cattivo funzionamento del computer.

Per creare un’unità USB di ripristino in Windows 11 sarà sufficiente dotarsi di una chiavetta USB da almeno 32 GB, da dedicare unicamente alla correzione di errori, in caso il PC ed il sistema Windows 11 smettano di funzionare adeguatamente. Per questo motivo, sarebbe opportuno non salvarvi documenti, né installarvi alcun tipo di file.

In particolare, la chiavetta USB consigliata deve essere compatibile con le porte USB 3.0, perché sono più veloci e performanti, sia per le attività di lettura e scrittura, sia per la creazione dell’unità USB di ripristino in Windows 11.

Per creare un’unità USB di ripristino in Windows 11, sarà sufficiente seguire questi passaggi:

Ti consiglio di leggere anche…

Windows 11: come attivare la nuova barra delle applicazioni (versione beta)

Come avere CapCut su PC Windows 11 e Mac

Come consentire o negare l’acquisizione audio in Google Chrome su Windows 11

Syrus

Exit mobile version