Il cashback su Amazon: come funziona?

Il cashback su Amazon: come funziona?

19/02/2021 0 Di miriampaterna

Dopo la sperimentazione del cashback di Natale, dal 1° gennaio 2021 è iniziato il cashback standard, misura studiata dal governo che ci accompagnerà fino al 30 giugno 2022.

Avrai sicuramente sentito parlare delle sue modalità, dei suoi importi e dei suoi metodi di rimborso, tra cui sicuramente anche le varie limitazioni e critiche che sono state mosse a questa iniziativa. Tra queste, una di quelle che più ha creato scompiglio è stata la limitazione di poter ricevere il rimborso solo sugli acquisti effettuati nei negozi fisici, il che esclude i grandi colossi dell’e-commerce, primo fra tutti Amazon.

Forse non sapevi però che da poco tempo l’enorme e potentissimo colosso del web ha concesso a selezionati partner cashback la possibilità di assegnare rimborsi ai propri utenti. Esiste infatti un trucco (del tutto legale) per poter sfruttare il cashback anche online: se vuoi scoprire anche tu come funziona il cashback su Amazon, continua a leggere questo articolo e ti spiegherò tutto ciò che c’è da sapere a riguardo!

  • Cos’è il cashback di Stato 
  • Come ottenere il cashback su Amazon tramite le carte prepagate

Cos’è il cashback di Stato 

Come ti ho già anticipato e come avrai sicuramente sentito negli ultimi tempi, il cashback di Stato è un’iniziativa messa in campo dal Governo per scoraggiare l’evasione fiscale ed incentivare i pagamenti rintracciabili nei negozi fisici. Consiste in un meccanismo di restituzione in denaro in percentuale della somma pagata nell’arco di un semestre in modalità cashless (carta di credito/debito), attraverso la registrazione all’app IO.

È stato sperimentato per la prima volta nel mese di dicembre con quello che è stato chiamato “Cashback di Natale”: per questa manovra, venivano presi in considerazione gli acquisti compresi tra l’8 ed il 31 dicembre, al termine dei quali è stato previsto un rimborso del 10% su un totale di almeno 10 operazioni cashless.

Per questa seconda manovra standard, invece, viene preso in considerazione un periodo di tempo semestrale ed un minimo di 50 operazioni cashless, per un rimborso di massimo 150 euro in 6 mesi. 

Come ottenere il cashback su Amazon tramite le carte prepagate

Si tratta quindi, come abbiamo visto, di un’ottima iniziativa che però possiede inizialmente delle limitazioni: oltre ai tetti massimi di spesa e di tempo, infatti, vengono presi in considerazione anche i luoghi di acquisto, che devono essere obbligatoriamente negozi fisici.

Ma come fare in un periodo come questo, dove cerchiamo di limitare al massimo gli spostamenti e di recarci il meno possibile nei luoghi fisici? Come procedere se si preferiscono quindi gli acquisti online ma si vuole comunque sfruttare questa iniziativa?

Se sei anche tu un assiduo cliente Amazon, devi sapere che esiste fortunatamente un trucchetto (del tutto legale) per ovviare a questa limitazione e sfruttare il cashback anche sul grande colosso dell’e-commerce.

Basta infatti ricorrere alla carte prepagate di Amazon, acquistabili in molte tabaccherie, negozi di elettronica e supermercati: in questo modo, acquistando il buono in un qualsiasi negozio fisico, si potrà incrementare il credito sul proprio account Amazon per poi acquistare online ed allo stesso tempo accumulare il 10% del cashback.

Naturalmente, come per tutti gli acquisti previsti da questa manovra, nella tabaccheria o in qualsiasi negozio si compri la prepagata di Amazon, è fondamentale utilizzare la propria carta di credito/di debito ed essere registrati all’app IO.

Leggi anche: