iOS 15: tutte le novità da non perdere e provare

iOS 15: tutte le novità da non perdere e provare

Nella serata del 20 settembre, Apple ha lanciato i nuovi aggiornamenti per iOS 15, che hanno implementato il sistema operativo con funzionalità interessanti.

Una delle prime novità riguarda il complesso di strumenti studiato dagli sviluppatori di Cupertino per incoraggiare e mantenere costante la concentrazione dell’utente. La funzionalità prende il nome di “Full Immersion”, rintracciabile direttamente nelle Impostazioni. L’opzione, inserita all’interno dei nuovi update targati Apple, favoriscono la concentrazione, limitando tutte le fonti di distrazione. Full Immersion, infatti, attiva un filtro, che seleziona le notifiche e le applicazioni, in relazione alle necessità su cui l’utente ha reale necessità di soffermarsi. Esso può essere fruito in due diverse modalità: impostandole diverse opzioni in base alle proprie esigenze personali; selezionare direttamente le impostazioni suggerite che, facendo ricorso alla cosiddetta “intelligenza on – device”, propone all’utente quali sono le persone o le applicazioni da cui continuare a ricevere le notifiche. Le proposte del sistema per favorire la concentrazione dell’utente si adattano a quelle che sono le sue abitudini. Infatti, il dispositivo studia i diversi momenti che lo user dedica allo studio, al riposo, al lavoro e, in base a queste informazioni, “pianifica” come limitarne le distrazioni, selezionando le notifiche e i contatti che può ricevere. Qualora l’utente disponga di più device Apple, sarà sufficiente impostare la funzione solo uno di questi per estendere le stesse regole anche agli altri dispositivi. Le diverse impostazioni possono essere attivate per un breve arco di tempo, in base alla programmazione del calendario oppure nel momento in cui si esce o si rientra in una posizione specifica (Lavoro, Svago, Riposo). Quando la modalità Concentrazione è attiva, le notifiche in arrivo vengono bloccate e il mittente viene informato, attraverso un messaggio automatico, che l’utente non è raggiungibile.

Anche FaceTime ha giovato degli aggiornamenti iOS 15, grazie alle funzionalità di condivisione “SharePlay”. Grazie agli update, Face Time sarà dotato di diverse opzioni: l’audio spaziale, che consente alla voce di chi parla di giungere “dal punto esatto in cui lo stesso appare sullo schermo” seppur, in questo caso, è richiesta la presenza di un chip A12 o versione successiva; la modalità “Ritratto”, dedicata alle videochiamate e che permetterà all’utente di mettere sé stesso in evidenza e, al contrario, sfumare lo sfondo; una nuova visualizzazione “a griglia”, che consente di inserire i diversi partecipanti, come accade già per Zoom. E, a proposito di Face Time, grazie alla presenza di SharePlay, diventa possibile condividere momenti ed esperienze, mentre si conversa con gli amici e con la famiglia, ascoltando musica, guardando un film o una serie, arrivando a proiettare lo schermo da visualizzare con tutti i partecipanti.

I nuovi aggiornamenti per iOS 15 comprendono anche “Testo Live”. Usando l’intelligenza on – device, non c’è bisogno dell’accesso alla rete né del cloud; in particolare, questa funzionalità consente di riconoscere il testo presente nelle immagini, trascrivendolo, o un numero telefonico, effettuando direttamente una chiamata.

Ma gli update Apple hanno generato anche un miglioramento per le notifiche, che sono state rimodellate e in cui sono state incluse opzioni particolari: le foto per i diversi contatti, se riferite alle persone, o icone più grandi se si tratta di app, così l’utente potrà riconoscerle meglio; il riepilogo delle notifiche, dove vengono verranno racchiuse in gruppo quelle meno urgenti, mostrandole all’utente nei momenti più congeniali della giornata. Grazie all’intelligenza sul dispositivo, invece, i messaggi più urgenti sono recapitati sul momento e le comunicazioni davvero importanti non finiranno nel riepilogo.