Windows 11 “litiga” con le stampanti Brother

Windows 11 “litiga” con le stampanti Brother

In seguito all’aggiornamento di sicurezza per Windows 10, che aveva rilevato un bug che non permetteva l’accesso alle stampanti connesse in rete, anche il sistema operativo Windows 11 ha manifestato lo stesso problema. In quest’ultimo caso, la criticità si è rilevata in fase di installazione delle stampanti in rete. Ma la difficoltà si concretizza quando si effettua l’accesso ai server attraverso il protocollo Hyper Text Transfer Protocol (HTTP). Tuttavia, il problema potrebbe verificarsi anche quando l’installazione si effettua mediante l’Internet Printing Protocol (IPP). A tal proposito, da Redmond consigliano di installare “i driver della stampante utilizzata in locale”, procedendo con la “copia del pacchetto di driver da una postazione dalla quale la stampante si riesce a utilizzare correttamente”. La soluzione sarebbe momentanea, in attesa dei nuovi aggiornamenti, che renderebbero possibile, invece, un’installazione automatica delle stampanti.

In particolare, il bug sembra aver interessato sia la versione client, sia la versione server di Windows, soprattutto per quanto riguarda i seguenti aggiornamenti: “Client: Windows 10 21H1; Windows 10 20H2; Windows 10 2004; Windows 10 1909; Windows 10 1809; Windows 10 1607; Windows 10 Enterprise 2015 LTSB; Windows 8.1; Windows 7 SP1; Windows 11 21H2; Server: Windows Server 2022; Windows Server 20H2; Windows Server 2004; Windows Server 1909; Windows Server 1809; Windows Server 2016; Windows Server 2012; Windows Server 2008 SP2”.

Da Redmond, si stanno impegnando per la risoluzione del bug che sta frenando l’installazione delle stampanti di rete; gli utenti che, invece, usano le precedenti versioni di Windows, con riferimento anche a Windows 10 e Windows 2022, dovranno procedere con l’installazione dell’update denominato October Patch Tuesday, come soluzione temporanea del problema. L’October Patch Tuesday comprende le correzioni soprattutto per quattro bug. Gli strumenti, inclusi nell’aggiornamento di sicurezza e previsti per il mese di ottobre, sono soprattutto: Microsoft Office, Exchange Server, MSHTML, Visual Studio e il browser Edge

Dal canto suo, Microsoft ha tentato di dare una spiegazione per capire quale sia la fonte che causa il problema di installazione delle stampanti in rete. Gli sviluppatori di Redmond hanno ipotizzato che la criticità sia rilevabile nella progettazione che ha portato alla realizzazione del file di dati, dove sono scritte le proprietà della stampante stessa. Pertanto, tutti i client che ricevono questo file alterato non potranno farne un uso corretto e saranno costretti ad applicare l'”impostazioni di stampa di default”. Proprio per questo motivo, i server che fanno ricorso alle “impostazioni di stampa standard” non presentano problemi né criticità nell’uso delle stampanti. Problemi che, dunque, hanno interessato solo gli utenti che fruiscono delle impostazioni di stampa personalizzate. L’arrivo dei prossimi aggiornamenti dovrebbe portare alla risoluzione della difficoltà.