Come usare Google Analytics su WordPress

Come usare Google Analytics su WordPress

Se avete deciso di creare un vostro sito web sulla piattaforma di WordPress, forse vi sarà utile anche un altro strumento, ossia Google Analytics. Infatti, in una qualsiasi attività online di carattere professionale, e soprattutto aziendale ed e-commerce, possedere ed utilizzare un servizio di statistiche avanzato, che sia in grado di fornire tutte le informazioni necessarie per prendere le giuste decisioni strategiche, come quest’ultimo, è una cosa indispensabile. Google Analytics infatti è un servizio di web analytics gratuito, fornito da Google, che consente di analizzare in modo dettagliato le statistiche sui visitatori di un sito web.

Molti utenti che utilizzano WordPress, però, nel momento in cui devono aggiungere questo servizio alla piattaforma web e iniziare a monitorare il proprio sito, si trovano un po’ in difficoltà. Per questo verranno qui spiegati i passaggi da seguire per integrarli insieme. È bene sapere, però, che esistono diversi modi per poter aggiungere Google Analytics a WordPress. Se non siete molto afferrati con la programmazione e non vi intendete tanto di tecnologia, è consigliabile aggiungerlo tramite un semplice plugin gratuito, mentre se siete degli esperti sviluppatori che preferiscono procedere per una strada che rispecchi anche un po’ il vostro livello di abilità di programmazione, sappiate che si può integrare il servizio anche manualmente con un codice di monitoraggio di Google Analytics direttamente sul vostro tema WordPress. In questo articolo si parlerà però solo del metodo tramite plugin.

2020-02-04

In ogni caso, c’è un’operazione preliminare che bisogna eseguire prima di ognuna di queste modalità di integrazione, ossia creare un account Google Analytics. Per farlo bisogna collegarsi alla pagina iniziale del servizio e cliccare sulla voce Configura gratuitamente. A questo punto inserire un nome account e scegliere che cosa volete misurare, se un sito web oppure applicazioni iOS o Android. Nel caso in cui si voglia misurare un sito web, spuntare la prima opzione, con la quale sarà possibile comprendere la provenienza degli utenti e trasformare i dati in informazioni strategiche, analizzare il comportamento degli utenti per ottimizzare così la vostra attività, e scoprire le tendenze degli utenti. Per finire, inserire il nome del vostro sito web, la URL di quest’ultimo, la categoria di settore tra le opzioni proposte nella tendina, e il fuso orario. Una volta fatto, cliccare sul pulsante Crea.

2020-02-04 (2)

A questo punto si può procedere con l’integrazione di Google Analytics su WordPress tramite plugin. Quello che di solito si consiglia è Analytics Cat. Quest’ultimo è un plugin leggero per Google Analytics che richiede solo pochi minuti di configurazione. Al momento il numero delle sue installazioni ammonta a più di 10mila con una valutazione di cinque stelle. Per poterlo usare dovrete installarlo entrando nella bacheca del vostro sito WordPress, e andando nella sezione Plugin. A questo punto cercate il nome del plugin e installatelo. Per poter essere funzionante, però, non basta solo installarlo, ma bisogna anche attivarlo, quindi cliccate sul pulsante Attiva che si genererà subito dopo l’installazione al posto di quello con scritto Installa.

2020-02-04 (4)

Una volta installato e attivato, andare sulla voce Impostazioni presente nella tendina a sinistra della bacheca, e poi su Google Analytics Manager per completare la configurazione. Ora vi sarà richiesto il Google Analytics ID con cui poter collegare il vostro sito WordPress al vostro account del servizio online.

2020-02-04 (6)

Per ottenere questo ID dovrete tornare al vostro account Google Analytics e andare sul simbolo della rotellina dell’Amministrazione presente nel menu laterale a sinistra. Infine, andare nella colonna riservata al vostro sito e cliccare sulla voce Informazioni di monitoraggio, finendo l’operazione cliccando su Codice di monitoraggio. Nella schermata che si aprirà dovrà quindi apparire il vostro ID da dover inserire nella pagina WordPress dove eravate rimasti. Una volta inserito, salvate per attivare il monitoraggio, e da ora in poi potrete visualizzare le statistiche del vostro sito nella dashboard di Google Analytics.