Facebook testa una nuova opzione per facilitare la condivisione dei post su più gruppi contemporaneamente

Facebook testa una nuova opzione per facilitare la condivisione dei post su più gruppi contemporaneamente

06/10/2021 0 By fogliotiziana

È interessante constatare come, in un momento così delicato in cui Facebook viene accusato di favorire la propria crescita rispetto al bene pubblico, la piattaforma stia ancora testando nuove opzioni che essenzialmente favorirebbero la disinformazione.

Qualche giorno fa, infatti, l’utente @AkramAlodini ha condiviso uno screenshot di un nuovo test di Facebook che consentirebbe agli utenti di condividere un post in più gruppi contemporaneamente.

Lo screenshot è stato poi ricondiviso da Matt Navarra, e si vede chiaramente che la nuova opzione consentirebbe agli utenti di Facebook di inviare un aggiornamento in più gruppi di cui sono membri, il che faciliterebbe una condivisione più snella, almeno idealmente.

Ma non è lo stesso comportamento che WhatsApp ha cercato di limitare l’anno scorso, quando ha implementato nuove restrizioni su quante volte i messaggi possono essere ricondivisi dagli utenti?

Nel gennaio dello scorso anno, WhatsApp ha limitato la condivisione dei messaggi a cinque volte per messaggio, al fine di arginare il flusso di disinformazione nella sua app, in particolare le teorie della cospirazione e della disinformazione contro il Covid-19. E WhatsApp afferma che l’approccio è stato molto efficace:“Da quando è stato messo in atto il nuovo limite, a livello globale, c’è stata una riduzione del 70% del numero di messaggi inoltrati su WhatsApp. Questo cambiamento sta aiutando a mantenere WhatsApp un luogo per conversazioni personali e private“.

Quindi WhatsApp di proprietà di Facebook ha sostanzialmente riconosciuto che mettere un limite al numero di volte che un messaggio può essere inoltrato, specialmente nelle chat di gruppo, può avere un grande impatto sulla riduzione della diffusione della disinformazione. Eppure, ora sta cercando di facilitare quella specifica funzionalità su Facebook?

Sembra un conflitto, che si allinea anche con l’opinione dell’informatore di Facebook Frances Haugen secondo cui l’azienda sceglie di “ottimizzare per i propri interessi, come fare più soldi” rispetto al bene pubblico.

È soltanto un piccolo esempio, certo, e non c’è dubbio che sia vantaggioso poter condividere un post di Facebook in più gruppi contemporaneamente, tuttavia, sembra un test strano, dato l’esempio di WhatsApp.