Gucci debutta in The SandBox

Gucci debutta in The SandBox

Moda e Metaverso si uniscono nuovamente, grazie al famoso marchio di Gucci, ormai in rampa di lancio per “sbarcare” con il proprio mondo virtuale sulla piattaforma immobiliare digitale “The Sandbox”. In particolare, Gucci e The Sandbox hanno attivato una partnership, che focalizzerà la sua attenzione sulla realizzazione di un’esperienza di moda interattiva, il cui funzionamento si baserà su “Gucci Vault”, uno spazio di prova, nato dall’impegno di Alessandro Michele. A tal proposito, nei giorni scorsi, Gucci ha annunciato la realizzazione di nuove “esperienze immersive” su The Sandbox a favore del suo pubblico.

Negli ultimi tempi, Gucci ha effettuato l’acquisto di un’importante quantità di terreni proprio sulla piattaforma The Sandbox, per realizzare il suo “concept store virtuale”. In particolare, questo spazio sarà utile al celebre marchio di moda per vendere prodotti ed articoli, creati direttamente dai suoi designer di punta. Inoltre, grazie a questa partnership con The Sandbox, Gucci desidera effettuare un restyling anche al suo Gucci Vault, perché si trasformi in un’esperienza ancora più dinamica ed interattiva. E, allo stesso tempo, sappia coinvolgere al meglio anche i ragazzi della Generazione Zeta, di certo protagonista del Metaverso. Infatti, Gucci Vault è lo spazio digitale in cui sono racchiusi tutti i progetti del brand all’interno della realtà virtuale, comprendendo per questo i Non Fungible Token e il server Discord. Allo stesso tempo, Gucci Vault racchiude anche uno spazio di vendita per quegli articoli vintage e per le creazioni dei designer emergenti.

L’annuncio della partnership con The Sandbox e dell’iniziativa in fase di realizzazione è giunto direttamente da Gucci, attraverso Twitter: “Creare il futuro, Pixel per Pixel. Vault sta costruendo il proprio mondo virtuale su The Sandbox“. In un altro cinguettio, invece, il brand di moda ha definito al meglio l’importanza dello spazio virtuale Gucci Vault. E, a tal proposito, ha dichiarato: “Vault è definito da una cura in continua evoluzione di rari pezzi vintage insieme a collezioni di stilisti degni di nota care ad Alessandro Michele“. In realtà, questo non chiarisce quale sarà la reale funzione della partnership. Ma, dai rumors dei ben informati, pare che Gucci abbia preso in considerazione l’idea di investire nel Metaverso per dare l’opportunità ai propri utenti di  acquistare capi virtuali ed usarli come abbigliamento per il proprio avatar. E, di certo, questa iniziativa piacerà moltissimo anche ai più giovani, perché assidui appassionati e frequentatori della realtà virtuale.

Tuttavia, The Sandbox è solo l’ultima delle iniziative di Gucci all’interno del Metaverso. Infatti, la celebre casa di moda italiana ha mostrato sempre un vivo interesse per le potenzialità messe in campo da questo mondo virtuale. Oltre alla partnership con la piattaforma immobiliare digitale, infatti, Gucci ha attivato una collaborazione anche con Superplastic, azienda leader in articoli digitali da collezione, con l’obiettivo di diffondere Supergucci, una collezione di 500 CryptoJanky Non Fungible Token. Essa racchiude un numero ben definito di opere digitali, che traggono ispirazione dai motivi e dai simboli Gucci, ma rivisitati dagli artisti Janky & Guggimon. L’accordo tra il brand della moda e Superplastic, pertanto, rappresenta un ulteriore salto di Gucci nel metaverso. Allo stesso tempo, l’azienda sta cercando anche un manager da impiegare a tempo pieno sul suo server Discord. Questa figura dovrebbe occuparsi, tra le altre cose, anche della supervisione dei “megafan” dei progetti NFT, confermando ulteriormente la prospettiva assunta dalla prestigiosa casa di moda italiana.