I videogiochi più venduti in Italia: GTA V resta leader

I videogiochi più venduti in Italia: GTA V resta leader

06/09/2019 0 Di Redazione

Grand Theft Auto V, meglio conosciuto come GTA V, consolida la sua leadership e si è confermato il videogioco più venduto in Italia, nella settimana dal 12 al 18 agosto. Il gioco virtuale di matrice scozzese-americana occupa la prima posizione nella speciale classifica, messa a punto da AESVI (Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani) e sviluppata da B2Boost per la realizzazione del progetto GSD (Game Sales Data), sostenuto dalla ISFE (Interactive Software Federation of Europe), la Federazione Europea dell’industria dei videogiochi.

Quinto capitolo essenziale dell’epopea di Grand Theft Auto, il dodicesimo se si tengono in considerazione gli spin-off, il gioco è ambientato nello stato immaginario di San Andreas ed è organizzato in modo da permettere al giocatore di muoversi senza limiti nella città (sempre fittizia) di Los Santos. Il gioco appartiene al genere delle avventure dinamiche poiché combina avventura ed azione, sviluppato dall’azienda scozzese Rockstar North nel 2013, per poi essere pubblicato dalla statunitense Rockstar Games.

Due le modalità di azione previste: giocatore singolo e multigiocatore. La prima modalità consente di seguire le orme di tre diversi protagonisti (Trevor Philips, Michael De Santa e Franklin Clinton), cimentarsi in combattimenti e scontri armati, al fine di completare le missioni e sbloccare i nuovi contenuti. La possibilità di interagire con tre diversi personaggi rappresenta una novità senza precedenti per il videogame, poiché nelle precedenti versioni il giocatore poteva seguire la storia di un solo eroe virtuale. La seconda modalità, invece, denominata Grand Theft Auto Online, apre ad un maggiore interattività, poiché permette la creazione di un’autentica comunità virtuale, formata da ben 16 utenti (addirittura 30 per le versioni PlayStation 4, Microsoft Windows e Xbox One). Tutti i giocatori, poi, possono competere per il perseguimento di missioni collettive, gare e attività di vario genere.

Oltre a Grand Theft Auto V, lo studio AESVI evidenzia che il podio è completato con “Crash Team Racing Nitro-Fueled” e da “Minecraft” per PlaysStation 4, capace però di occupare anche il quarto gradino, grazie alla versione dello stesso “Minecraft” per Nintendo Switch. Al quinto posto “Super Mario Maker 2”, al sesto “Red Dead Redemption”, seguito da “Call of Duty: Black Ops 4”, l’immancabile “Fifa 19” ed il classico dei classici, “F1 2019”. Chiude la top ten “Need for Speed: rivals”, gioco di corse, di cui verrà lanciata prossimamente sul mercato la decima serie.

Nonostante siano trascorsi 57 anni dal lancio del primo video game, il settore non ha conosciuto inflessioni né momenti di decremento o crisi. Anzi, il tempo non ha fatto che aumentare l’appeal dei videogiochi, soprattutto tra gli adolescenti e i giovanissimi, grazie all’introduzione di effetti speciali, tecnologie, contenuti sempre più coinvolgenti, appassionanti e interessanti.

Stando alla classifica di AESVI, dunque, è possibile desumere come l’industria dei videogiochi sia fonte di costante guadagno, capace di accrescere in modo esponenziale gli introiti delle aziende.

Soprattutto, essi sono stati in grado di catalizzare le attenzioni di un pubblico sempre più vasto e variegato, trasformando il mercato dei videogame da passione per pochi “eletti” a vero e proprio cult per il pubblico di massa.