La NASA prevede di far schiantare la Stazione Spaziale Internazionale nell’Oceano Pacifico nel 2031

La NASA prevede di far schiantare la Stazione Spaziale Internazionale nell’Oceano Pacifico nel 2031

05/02/2022 0 By fogliotiziana

Lanciata nel 2000, la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) non è destinata a rimanere in orbita per sempre. Sebbene le operazioni fossero originariamente programmate per terminare nel 2015, la sua operazione è stata estesa più volte fino all’installazione di un nuovo modulo nel 2021. Ma, secondo le informazioni della CNN, la NASA sta lentamente preparando il ritiro.

Così, alla fine dell’anno 2030, la NASA intende porre fine alle operazioni della Stazione, che finirà inghiottita nell’Oceano Pacifico. Oltre tale data, la manutenzione della ISS sarà troppo costosa e sarà persino difficile garantire la sicurezza degli astronauti a bordo.

Secondo i rumors la NASA aveva considerato per un certo periodo uno sfruttamento commerciale della ISS, il cui mantenimento e responsabilità sarebbe ricaduta su un privato. Ma l’emergere e l’imminente lancio di stazioni spaziali private alla fine ha pesato a favore dell’addio della vecchia ISS. “Il settore privato è tecnicamente e finanziariamente in grado di sviluppare e gestire destinazioni nell’orbita terrestre bassa con l’assistenza della NASA“, ha affermato l’agenzia in una nota.

Il ritiro della Stazione Spaziale Internazionale dovrebbe avvenire nel gennaio 2031. La ISS terminerà, in quel momento, il suo corso nell’area più lontana da qualsiasi superficie terrestre, un’area chiamata Point Nemo, dal nome del capitano Nemo del celebre romanzo di Jules Verne “Ventimila leghe sotto i mari”, Point Nemo funge da cimitero per le carcasse di molti progetti spaziali.

In totale, si stima che Stati Uniti, Giappone, Russia ed Europa abbiano inghiottito più di 260 detriti da “veicoli spaziali obsoleti ancora controllabili” lì dagli anni ’70. Disabitata ed evitata dalla maggior parte delle barche, quest’area presenta anche una biodiversità limitata, ma comunque un impatto ambientale minimo. Fino ad allora, la NASA promette che la ISS inizierà il suo periodo più produttivo per i prossimi 8 anni.