Space X di Elon Musk porterà internet su aerei, navi e automobili

Space X di Elon Musk porterà internet su aerei, navi e automobili

13/05/2021 0 Di Redazione

Diciamoci la verità. Avere internet a 100 megabit pieni in upload e 20 in download ancora oggi, in molte zone urbane del nostro Paese, è un sogno. Anche se siamo i leader in Europa per tasso di crescita delle connessioni FTTH (Fiber To The Home) la maggior parte delle connessioni internet su fibra oggi in Italia stenta a raggiungere i 70/80 Mbps in download. Figuriamoci raggiungere il massimo della velocità della nostra connessione internet in mobilità e in zone disagiate, ancora colpite dal digital divide. L’annuncio che l’internet satellitare di Starlink, la piattaforma satellitare collegata a SpaceX di Elon Musk e della quale potrebbe presto iniziare il beta test anche nel nostro paese, possa anche arrivare sui mezzi mobili ha il sapore di una vera e propria rivoluzione tecnologica

Cos’è Starlink

Frutto del genio visionario di Elon Musk, Starlink è quella che si definisce una costellazione satellitare composta da migliaia di satelliti, messi in orbita da SpaceX allo scopo di garantire un collegamento internet stabile e veloce a chi vive in zone remote, non coperte dal normale segnale via cavo o via ponte radio. Nata nel 2015 sulle ceneri di OneWeb, Starlink ha ottenuto dalla FCC (Federal Communications Commission) un paino di frequenze per la trasmissione di segnale a banda larga utilizzando ben 12.000 piccoli satelliti. Anche se attualmente il progetto è in fase di “beta test” (sembrerebbe anche in Italia), la squadra di Elon Musk continua a lavorare alla ricerca di ulteriori scenari commerciali.

Starlink per i veicoli

È di questi giorni la notizia che Starlink ha presentato alla FCC una nuova richiesta volta ad estendere la fruibilità del servizio internet anche ai mezzi mobili. Se la richiesta sarà approvata il percorso continuerà dando la possibilità di collegamenti veloci anche da camion, camper, navi cargo e, perfino, aerei. Anche se non è ancora ben chiaro come il servizio sarà esteso ai mezzi mobili appare, comunque, chiaro che l’antenna a “disco volante” di Starlink potrà essere facilmente montata sui veicoli terrestri più grandi, (appunto camion, camper, autobus), sui mezzi marini e, con opportuni aggiustamenti, anche sugli aerei. Sembrerebbe, invece da una risposta dello stesso Elon Musk a un tweet (“Not connecting Tesla cars to Starlink, as our terminal is much too big. This is for aircraft, ships, large trucks & RVs.”), che, proprio a causa delle dimensioni del terminale di Starlink, il sistema mobile non potrà essere utilizzato sulle autovetture, nemmeno sulla Tesla. 

Leggi anche: