Bitcoin Bitcoin -0.49% $43057.75
-0.49%
23715.91 BTC $810439671808.00

Usare VPN per Netflix e Spotify è legale?

Usare VPN per Netflix e Spotify è legale?

12/03/2021 0 By miriampaterna

Ormai difendere la propria privacy online è davvero difficile: tra cookie, profilazioni, hacker e social network i nostri dati sembrano essere ovunque sulla rete e sembra non esserci soluzione. In realtà, una soluzione ci sarebbe ed è quella delle VPN (Virtual Private Network), utilizzate proprio per proteggere la propria identità online crittografando tutto il proprio traffico e facendolo passare per server privati.

Proprio per questo “passaggio segreto di dati” o per questo fatto di nascondere le proprie informazioni, spesso sorge il dubbio se usare le VPN sia legale o meno.

Inoltre, questo dubbio nasce anche dal fatto che siamo abituati a sentire di VPN utilizzate non solo per fornire una rete sicura in ambito lavorativo per grandi attività e organizzazioni, ma anche per attività illegali o non raccomandate. Ciò sta attribuendo sempre più una cattiva reputazione alle VPN, motivo per cui molti Paesi le hanno addirittura vietate; ciò non significa però che non siano consentite da nessuna parte e soprattutto che il loro utilizzo sia SEMPRE illegale.

Ciò che potrebbe interessare più utenti, ad esempio, al di fuori dell’ambito lavorativo, è sapere se usare VPN per Netflix e Spotify sia legale: continua a leggere questo articolo se vuoi scoprirlo e se vuoi saperne di più su questo argomento!

  • Cos’è una VPN e perché utilizzarla
  • Dove è legale e dove illegale usare una VPN per Netflix e Spotify
  • VPN per Netflix e Spotify in Italia: è legale?

Cos’è una VPN e perché utilizzarla

Una VPN, come vi avevo già anticipato prima, è un tunnel sicuro tra il tuo dispositivo ed internet, che per tenere al sicuro la tua privacy online consente di proteggere il tuo traffico web da intercettazioni, interferenze e censure. 

Viene utilizzata infatti da molte organizzazioni governative e non solo che vogliono mettere al sicuro il loro luogo di lavoro, ma anche da semplici persone preoccupate per la loro privacy e che vogliono quindi rimanere anonimi. Inoltre, una VPN può essere utilizzata al momento dell’utilizzo di un servizio di chiamata e videochiamata VOIP o di una rete Wi-Fi pubblica, ritenute entrambe non molto sicure per la privacy e quindi sconsigliate senza un servizio di VPN contemporaneo.

Infine, nelle piattaforme streaming video e musicale come Netflix e Spotify, le VPN possono essere utilizzate per sfuggire alle restrizioni regionali ed accedere all’intero catalogo mondiale.

Dove è legale, dove è illegale e dove è limitato l’uso di una VPN

Poiché negli ultimi anni viene spesso fatto uso delle VPN per questioni illegali, molte persone hanno l’impressione che le VPN non siano consentite a prescindere. Tuttavia, ciò non è vero perché nel precedente paragrafo abbiamo visto che esistono anche molti motivi legali per usarle, del tutto consentiti. Inoltre, la legalità delle VPN varia di Paese in Paese: in Paesi come la Bielorussia, l’Iraq, il Turkmekistan e l’Oman le VPN sono totalmente illegali; in Paesi come la Cina, l’Iran, la Russia, la Turchia e gli Emirati Arabi Uniti è limitato il loro uso; negli altri Paesi, quindi, Italia compresa, il loro utilizzo è legale

Resta tuttavia vero che utilizzare una VPN per scopi illegali (quali nascondere la propria identità, vendere droghe, materiali coperti da copyright, diffondere virus, ecc.) rimane comunque un reato anche nei Paesi dove le VPN sono consentite.

VPN per Netflix e Spotify in Italia: è legale?

La domanda che è spesso più frequente riguarda le piattaforme di streaming video: è infatti legale usare VPN per Netflix? E per Spotify?

La risposta è sì (in Italia). Abbiamo infatti visto che il nostro Paese non si trova tra quelli della lista in cui la VPN è totalmente vietata ed è per questo che qui è consentito l’utilizzo delle VPN con Netflix per aggirare i blocchi regionali ed accedere a tutto il catalogo mondiale.

Per questo motivo, infatti, non è abitudine di Netflix, di Spotify o di tutti i provider di servizi streaming denunciare le persone comuni per questa attività.

Tuttavia, è anche vero che se non è del tutto illegale, rimane comunque un diritto dei servizi di provider la possibilità di vietare il tuo account ed impedire l’accesso futuro ai loro contenuti, poiché hai comunque provato a sfuggire alle restrizioni regionali imposte da Netflix e Spotify.