Il 6G farà il suo debutto nel 2028 e promette una velocità di connessione pari a 1 TB/s

Il 6G farà il suo debutto nel 2028 e promette una velocità di connessione pari a 1 TB/s

27/02/2023 0 By aliceurbano99

Il 6G, teoricamente, potrebbe essere in grado di offrire velocità di connessione pari a 1 TB/s con una latenza inferiore a 100 microsecondi. Probabilmente sarà disponibile nel 2030, ma la Corea del Sud scommette sul 2028. Come si suol dire: chi vivrà, vedrà!

Che significa 6G?

Il termine 6G (acronimo di 6th Generation) indica la sesta generazione della tecnologia di telefonia mobile e cellulare e sarà un’evoluzione del 5G. Si ritiene che permetterà di raggiungere una velocità di trasmissione dati decisamente più alta della rete 5G.

La Corea del Sud spinge sul 6G

Anche se il 5G, risulta essere ancora un miraggio per il mercato mondiale, la Corea del Sud, mira a lanciare la connessione 6G nel 2028. Non solo è tra i primi Paesi ad ospitare alcune delle principali aziende coinvolte nello sviluppo delle nuove tecnologie (un esempio è dato dalla Samsung e dalla LG) , ma ha anche istituito il programma K-Network 2030 con il quale punta al debutto commerciale delle reti di nuova generazione entro la fine del decennio. D’altro canto, il governo metterà a disposizione dei finanziamenti ed incentivi per quelle aziende locali che hanno intenzione di produrre dispositivi ed attrezzatura con la rete 6G.

Parliamo all’incirca di 480 milioni di dollari investiti per la ricerca e lo sviluppo di questa nuove ed incredibile connessione di rete.

La Corea del Sud punta alla supremazia tecnologica, così da poter essere in un vantaggio competitivo. Con il 4G le aziende statunitense hanno fatto da capo, ma dal 5G è la Corea del Sud che punta al podio.

Grazie ai grossi investimenti pubblici e privati che verranno messi in campo nel corso di questi anni, per il Paese non sarà un problema ottenere i brevetti al 30%, dedicati alle tecnologie 6G. Ricordiamo che per 5G i brevetti furono al 25.9%

Ti consiglio di leggere anche…

Internet 6G: 95 miliardi di euro stanziati da UE nel 2022/2023

Quando arriva il 6G in Italia e cosa si potrà fare

Gli operatori telefonici chiedono alle Big di internet di sostenere i costi del 5G