ChatGPT lo aiuta a creare una criptovaluta, diventa milionario in pochi giorni

ChatGPT lo aiuta a creare una criptovaluta, diventa milionario in pochi giorni

16/05/2023 0 By fogliotiziana

Un “meme coin” è una criptovaluta che nasce da un meme di Internet o da uno scherzo. Tra i più famosi si possono citare lo Shiba Inu o il Dogecoin, che è diventato famoso grazie allo zampino di Elon Musk. Per loro natura, queste criptovalute sono altamente instabili, possono raggiungere dei picchi incredibili e vedere la loro valutazione precipitare bruscamente.

Facendo fatica a vendere le sue opere in NFT e sempre curioso di condurre esperimenti sull’intelligenza artificiale, l’artista digitale Rhett Mankind ha deciso di lanciare il suo meme. “Onestamente, tutto è iniziato da zero con un abbonamento ChatGPT Plus da $ 20 e una strana idea che ho avuto e che poche settimane dopo si è trasformata in $ 200 milioni“, ha dichiarato Mankind ad ArtnetNews.

Come creare la criptovaluta del vettore con ChatGPT?

Nome della crypto, scrittura del white paper che spiega il progetto, scrittura del codice, lancio dei token sulla blockchain… Per quattro giorni dal 23 aprile, Mankind ha utilizzato ChatGPT che gli ha fornito tutti i passaggi per lanciare la sua criptovaluta. Dopo alcune peripezie, il chatbot gli ha finalmente consigliato di optare per il crowdfunding, con ogni investitore che riceve token in proporzione al suo contributo per la meme coin chiamata Turbo.

Il progetto di Manking ha subito attirato l’attenzione, con la popolarità del chatbot che ha agito da amplificatore. In tal modo, le transazioni si sono moltiplicate e la valutazione è aumentata vertiginosamente, che tuttavia è rimasta molto volatile. Concretamente, la capitalizzazione ha oscillato negli ultimi giorni tra i 40 e i 250 milioni di dollari, secondo CoinMarketCap.

La popolarità fulminea della sua criptovaluta ha avuto un effetto molto benefico sui suoi NFT. Dopo aver lottato a lungo per venderli, è riuscito a venderne un centinaio, raccogliendo un totale di 40.000 dollari. Inoltre, possiede ancora il 10% dei 69 miliardi di token, il che teoricamente lo rende milionario.

Ma l’artista confida di non volerli rivendere, lui che ormai ha preso le distanze da Turbo. “Adesso sono solo un osservatore, sono gli internauti che hanno deciso di registrare Turbo sui market place, ora è interamente decentralizzato”, ha spiegato l’artista.

Ti consiglio di leggere anche…

ChatGPT-4: chiede all’IA di farlo diventare ricco con soli 100$, ecco il risultato

Ha affidato le sue finanze a ChatGPT: ecco il risultato

Scrivere un articolo SEO con ChatGPT: 6 dritte per formulare il prompt giusto