Come aggiornare Ubuntu alla versione successiva (20.04.5 LTS)

Come aggiornare Ubuntu alla versione successiva (20.04.5 LTS)

10/09/2022 0 By Rosy Chianese

La community di utenti del team di coder Canonical è stata da poco informata che è finalmente disponibile l’upgrade del media d’installazione di Ubuntu 20.04 LTS (Long Term Support). In particolare, si tratta della quinta release per tale edizione della distribuzione e che va ad introdurre una serie di novità molto interessanti e che può essere già installata dagli appositi repository software.

Cos’è Ubuntu

Ubuntu è un sistema operativo gratuito, ovvero un insieme di software che sono stati realizzati e testati al fine di far funzionare correttamente qualsiasi dispositivo (computer, server, tablet, smartphone, dispositivi IoT, ecc). Questo sistema operativo è basato su Debian ed è rilasciato con licenza GNU GPL. Inoltre, Ubuntu è anche una distribuzione GNU/Linux, in quanto sia Linux che GNU sono le due parti più importanti di questo sistema operativo. Canonical è lo sponsor principale della distribuzione e si occupa di fornire il pieno supporto commerciale ad Ubuntu. Vediamo ora le principali novità di questa nuova release.

Le novità di Ubuntu 20.04.5 LTS

Ubuntu 20.04.5 LTS “Focal Fossa” è l’upgrade del file ISO che permette agli utenti che installano il sistema operativo di usufruire di moltissime funzionalità e bugfix di sicurezza davvero molto interessanti. Tra le principali novità troviamo, ad esempio, il nuovo hardware enablement stack (HWE) che è stato backportato dalla recente versione di Ubuntu, la 22.04 LTS “Jammy Jellyfish”.

Si tratta praticamente di un’edizione del kernel Linux che è stata divisa in diversi pacchetti dal team di developer Canonical e che va ad includere una serie di driver e firmware in modo da garantire un adeguato supporto a tutti i device e periferiche che sono presenti attualmente sul mercato.Il kernel HWE assicura agli utenti un adeguato supporto anche ai dispositivi più recenti in commercio, tuttavia, dal momento che il target principali sono le LTS, è offerta anche una variante specifica del kernel Linux che, anche se è meno aggiornata, offre una stabilità più alta e chiamata General Availability.

Gli utenti quindi, in base alle loro necessità, possono adottare un’impostazione di Ubuntu più aggiornata, ad esempio quella di utilizzare GPU  (Graphics Processing Unit) più recenti ma che potrebbe portare anche qualche piccolo bug, o una configurazione software meno aggiornata ma più stabile, adatta soprattutto agli ambienti di sviluppo software. Su Ubuntu 20.04.5 LTS sono inoltre stati risolti i problemi sul driver Nvidia della serie 390 che avevano causato una serie di piccoli ritardi sulla tabella di marcia del team di coder.

Ti consiglio di leggere anche…

Quali iPhone riceveranno iOS 16 e cosa fare prima di installare il nuovo sistema operativo

macOS 13: tutto quello che devi sapere sul nuovo sistema operativo di Apple

Dal 2022 tutte le automobili Honda avranno Google Android come sistema operativo nativo