Come eliminare l’ID pubblicità su Android?

Come eliminare l’ID pubblicità su Android?

23/02/2022 0 By fogliotiziana

Con l’annuncio del suo progetto Privacy Sandbox, Google vuole offrire ai suoi utenti nuove soluzioni pubblicitarie che rispettino meglio la riservatezza dei loro dati personali. Concretamente, il tracciamento delle applicazioni sarà limitato e l’azienda americana non utilizzerà più un numero di identificazione pubblicitario per tracciare gli utenti online.

Come rimuovere l’ID Pubblicità sul tuo smartphone Android?

Nonostante sia prevista una versione beta del programma per gli sviluppatori entro la fine del 2022, con una Privacy Sandbox che dovrebbe essere pienamente operativa entro il 2024, è già possibile limitare il tracciamento pubblicitario su uno smartphone Android. Puoi infatti scegliere di rimuovere l’identificatore univoco, che viene utilizzato dagli inserzionisti sui dispositivi mobili per pubblicare annunci pubblicitari personalizzati.

Di seguito sono riportati i passaggi da seguire secondo il sistema operativo su cui è in esecuzione il telefono:

Se sul tuo smartphone è installato Android 12: vai nella sezione Impostazioni > Privacy > Annunci > Elimina ID Pubblicità.

Se stai utilizzando una versione precedente: vai alle tue impostazioni, quindi seleziona Google > Annunci > Disattiva personalizzazione annunci.

Google chiarisce che nelle versioni precedenti, il tuo ID pubblicità non sarà più utilizzato da applicazioni di terze parti per creare profili o pubblicare annunci personalizzati. I numeri e le lettere che compongono il tuo ID pubblicitario non verranno quindi cancellati, come avviene per Android 12, ma questa opzione ti consentirà di dire a queste app di non utilizzarlo più. Tieni presente che la funzionalità per l’eliminazione di questo identificatore verrà implementata da aprile 2022 su tutti i cellulari con Android 5 e versioni successive.

Sebbene la Privacy Sandbox ricordi l’App Tracking Transparency (ATT) lanciato da Apple come parte di iOS 14.5, che consente ai possessori di iPhone di rinunciare a essere tracciati da app di terze parti in modo da non ricevere annunci mirati, l’approccio di Google è a lungo termine. L’azienda americana prevede di costruire una piattaforma più completa di quella offerta da Apple collaborando in particolare con l’ecosistema pubblicitario oltre che con le autorità di regolamentazione.