Come richiedere l’esonero del canone RAI fino al 31 gennaio 2022

Come richiedere l’esonero del canone RAI fino al 31 gennaio 2022

Con l’inizio delle prime trasmissioni in radio, il 1938 segnò anche l’esordio del “Canone telefonico”, denominato, seppur in modo inappropriato, “Canone RAI”. Attualmente, questo rappresenta una tassa sul possesso di apparecchi dotati della capacità di ricevere e trasmettere “radioaudizioni televisive”. A differenza di anni, il canone RAI è stato inserito all’interno della bolletta della corrente elettrica. Ma molti abbonati si domandano se sia possibile godere di un’esenzione dal pagamento del canone RAI. In realtà, l’idea è concretizzabile, ma è necessario sapere bene come richiedere l’esonero del canone RAI, che è possibile fino al 31 Gennaio 2022.

Intanto, è opportuno specificare che potrà richiedere l’esonero del canone RAI soltanto chi non possiede alcun apparecchio o strumento televisivo, inviando la dichiarazione mediante il servizio web dedicato e reperibile sul sito dell’Agenzia delle Entrate. In alternativa, la richiesta di esonero di pagamento del canone RAI può essere inoltrata attraverso una raccomandata senza busta al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino. Ma gli utenti hanno a disposizione anche una PEC e potranno inviare la loro richiesta di esonero dal canone RAI all’indirizzo mail cp22.sat@postacertificata.rai.it. Infine, l’esenzione dal pagamento dell’abbonamento televisivo può essere inoltrata attraverso la mediazione di un ente autorizzato, come commercialisti e CAF.

Ma godono dell’esonero del canone RAI anche tutti gli abbonati che hanno compiuto i 75 anni di età, ma che godono di un reddito autonomo e con il reddito del coniuge che non supera gli 8000 euro l’anno. Inoltre, non bisogna vivere con persone che godono di reddito proprio, con eccezione di figure professionali che afferiscono alle categorie di colf, badanti e altri collaboratori domestici. Qualora ci si trovi in una situazione di questo, l’esonero del canone RAI potrà avvenire solo se l’abbonato ha compiuto i 75 anni di età entro il 31 gennaio dell’anno di riferimento.

Se, invece, l’utente ha compiuto il 75° anno nel periodo che va tra il 1° febbraio e il 31 luglio, il diritto all’esenzione riguarderà unicamente l’ultimo semestre dell’anno stesso. Gli over 75 non dovranno rinnovare la richiesta di esonero del canone RAI di anno in anno. Richiesta che deve essere presentata annualmente, invece, da chi non possiede un apparecchio televisivo. Tuttavia, se nel corso degli anni che verranno, il soggetto che beneficia dell’esonero del pagamento oltrepassa i limiti di reddito previsti, è obbligato a darne tempestiva comunicazione all’Agenzia delle Entrate, inoltrando l’opportuna segnalazione. In seguito a questa richiesta, l’esonero del canore RAI decadrà automaticamente e l’utente dovrà versare regolarmente la sua quota annuale.