Come risparmiare Giga sul telefono in 5 mosse

Come risparmiare Giga sul telefono in 5 mosse

07/02/2022 0 By fogliotiziana

Per risparmiare traffico dati esistono diverse app, tuttavia per consumare meno Giga basta utilizzare il telefono in modo più consapevole. Leggi la nostra guida!

Utilizzare le versioni lite di app e siti web

Molti servizi oggi offrono versioni lite delle app. Si tratta di app progettate specificamente per utilizzare meno dati garantendo un utilizzo ottimale. Molto spesso, i siti che propongono web app (le web progressive app non hanno bisogno di alcuna installazione, sono caricate da un web server ed eseguite sul browser) offrono all’utente di aggiungere il sito in questione alla schermata iniziale del suo dispositivo.

Ad esempio, Google offre tutta una serie di appGo“. Oggi ce ne sono quattro destinate al grande pubblico. Vale a dire, Google Go, Google Maps Go, Navigazione per Google Maps Go e Gallery Go. D’altra parte, Facebook sta introducendo versioni lite della sua app principale di Facebook e della sua app Facebook Messenger.

Ecco la procedura da seguire su Android: apri le opzioni del browser web e premi su “Aggiungi alla schermata iniziale”. Per convalidare il processo, è sufficiente assegnare un nome all’applicazione, premere “Aggiungi”, quindi “Aggiungi automaticamente”.

Ecco la procedura da seguire su iOS tramite l’applicazione: seleziona il pulsante di condivisione visualizzato in fondo a Safari e scorri le opzioni suggerite. L’utente dovrebbe quindi toccare “Aggiungi alla schermata principale”. Come su Android, non devi fare altro che personalizzare il nome dell’applicazione e convalidare la richiesta premendo “Aggiungi”.

Gestire le notifiche

Anche le notifiche e altri avvisi consumano una certa quantità di dati. Alcuni sono necessari, ma non tutti.

Ecco la procedura da seguire su Android tramite l’applicazione “Impostazioni”: Notifiche > Impostazioni applicazione. La sezione “Più recenti” mostrerà le app che hanno inviato notifiche di recente. Per visualizzare altre app, seleziona semplicemente “Tutte le app” dal menu a discesa. L’utente deve solo scegliere l’applicazione per la quale desidera eliminare le notifiche.

Tieni presente che è possibile disabilitare tutte le notifiche da un’applicazione. Per selezionare categorie specifiche di notifiche, tocca semplicemente il nome dell’app.

Ecco la procedura da seguire su iOS tramite l’applicazione “Impostazioni”: Una volta nel centro “Notifiche”, l’utente deve scegliere l’applicazione per la quale desidera eliminare le notifiche. Una volta effettuata la scelta, il controllo “Consenti notifiche” deve essere disattivato. L’utente può anche deselezionare tutti e tre i tipi di avviso.

Interrompere la riproduzione automatica del video

I video consumano molti dati. Per limitare questo, i video online possono essere riprodotti solo se l’utente sceglie esplicitamente di riprodurli.

Le app dei social media, ad esempio, riproducono automaticamente i video quando l’utente scorre il feed delle notizie. Per evitare ciò, vai al menu principale dell’applicazione Facebook. Seleziona “Impostazioni e privacy”, quindi “Impostazioni” e infine “Media”. Viene quindi visualizzata una serie di controlli. Queste opzioni riducono le dimensioni di immagini e video e impediscono la riproduzione dei video da soli.

Su Twitter, opzioni simili si nascondono nella sezione “Utilizzo dati” delle impostazioni dell’app. Infine, l’applicazione Firefox Android offre di impedire la riproduzione automatica dei video cliccando sulla riga “Autorizzazioni sito” nelle impostazioni del browser. L’utente deve quindi selezionare “Riproduzione automatica” e scegliere “Blocca audio e video” o “Blocca audio e video solo su dati cellulari”.

Usare la compressione dei dati in Chrome

Molte applicazioni utilizzano la tecnologia di compressione per ridurre l’utilizzo dei dati. Ad esempio il risparmio dati di Google Chrome. Ora chiamata “Modalità Lite“, questa è un’estensione per ridurre il consumo di dati del browser. In altre parole, è un modo semplice ed efficace per ridurne i consumi e velocizzare il caricamento delle pagine senza modifiche significative del contenuto web. Inoltre, abilitando il risparmio dati, l’utente avvia il sistema di navigazione sicura di Chrome per rilevare pagine dannose e contenuti dannosi.

Su Android è possibile attivarlo dal menu a tre punti nell’angolo in alto a destra del browser. Dalla sezione “Impostazioni” del browser, vai nella sezione Risparmio dati > Usa risparmiatore dati. Una volta abilitata la compressione dei dati, tutto il traffico degli utenti passa attraverso un proxy gestito da Google. Chiaramente, i dati vengono compressi e ottimizzati prima di essere inviati al telefono. Il pannello delle impostazioni di Chrome offre anche una funzione per visualizzare quanti dati sono stati salvati in un determinato periodo.

Fissare un limite su Android

Anche su Android, è possibile impostare un limite all’utilizzo mensile dei dati.

Ecco la procedura da seguire tramite l’applicazione “Impostazioni”: Utilizzo dati > Ciclo di fatturazione > Limite dati e ciclo di fatturazione. Una volta in questa sezione, l’utente può pianificare la quantità massima di dati che intende utilizzare in un mese. È inoltre programmabile una disconnessione automatica dalla rete una volta raggiunto il limite di dati.

Ricordiamo di seguito le tecniche classiche per risparmiare i dati mobili:

  • Impedisci alle app di sincronizzarsi automaticamente
  • Aggiorna le app solo tramite Wi-Fi
  • Chiudi le applicazioni che non usi
  • Utilizza il Wi-Fi per il download di file di grandi dimensioni