Kaspersky lancia Smart Home Security e rende più sicuri i dispositivi domestici connessi a internet

Kaspersky lancia Smart Home Security e rende più sicuri i dispositivi domestici connessi a internet

Kaspersky, numero uno nel comparto della cybersecurity, lancia “Smart Home Security”, con lo scopo di rendere più sicuri i device domestici smart e salvaguardare l’incolumità degli utenti. Smart Home Security di Kaspersky mescola diversi strumenti, caratteristici della sicurezza informatica. Il prodotto Kaspersky è finalizzato alla “protezione da malware”, come pure “alla sorveglianza nascosta, al controllo della rete Internet” e altro ancora.

Smart Home Security di Kaspersky è dotato di un toolset anti intrusioni, in grado di  svolgere diverse funzioni: “scansione dei file AV, blocco degli attacchi di forza bruta, controllo degli URL sospetti e monitoraggio di porte e protocolli Internet”. Inoltre, grazie al toolkit di sicurezza, Smart Home Security di Kaspersky permette all’utente di monitorare il livello di sicurezza dei device e dei sistemi a disposizione. Infatti, qualora l’utente abbia scelto parole chiave troppo deboli, Kaspersky Smart Home Security si preoccuperà di avvisarlo, suggerendogli password più efficaci ed affidabili. Ma le funzionalità del prodotto targato Kaspersky non sono finite qui. Smart Home Security controlla anche i “protocolli Internet e le porte Internet vulnerabili” e supporta le famiglie nell’impostazione delle limitazioni sull’uso del web nei confronti dei propri figli. Questo dispositivo, infatti, può limitare se non bloccare l’utilizzo di Internet di notte o in altri orari prescelti, oltre che di navigare all’interno di siti web non adeguati.

La sicurezza dei device digitali smart è una preoccupazione molto sentita da parte degli utenti che, stando ad un recente sondaggio effettuato da Kaspersky, nel 2020 hanno conferito un impulso notevole al mercato dei dispositivi “Internet of Things”. Effettuando una ricerca su Google, è possibile rilevare come lo scorso anno, il comparto ha rilevato un incremento del 23,1%. Ma, a fronte di una maggiore diffusione di questi prodotti, sono aumentati, raddoppiando (dal 16,7% al 32,72%), anche i tentativi di attacchi, finalizzati alla violazione dei device digitali connessi.

I numeri del sondaggio sono stati supportati anche dalle parole di Oleg Nevstruev, Head of Customized & Technology Products Management di Kaspersky. A tal proposito ha affermato: “La popolarità dei dispositivi domestici smart cresce di anno in anno. Naturalmente, con ciò cresce anche il numero di attacchi mirati a violare i dispositivi connessi”. Pertanto, ha continuato Nevstruev “crediamo che Kaspersky Smart Home Security aiuterà gli operatori di telecomunicazioni a rispondere alla crescente domanda da parte degli utenti di proteggere i dispositivi per le loro abitazioni intelligenti”.

Dello stesso parere è stato anche Alexey Gromyko, Head of Global xSP Projects che, commentando lo Smart Home Security di Kaspersky, ha annunciato: “Il nostro nuovo prodotto è il risultato di molti anni di lavoro con operatori di tutto il mondo. Conosciamo le sfide che i nostri partner di telecomunicazioni devono affrontare quando nascono nuove tecnologie”. E, sottolineando le funzioni del prodotto, ha concluso: “La nuova soluzione sarà in grado di proteggere gli utenti e migliorerà gli attuali livelli di protezione degli ecosistemi IoT domestici. Durante lo sviluppo del KSMS è stato anche preso in considerazione il fatto che l’operatore debba utilizzare i dispositivi CPE già implementati nei sistemi dei clienti”.