Bitcoin Bitcoin -1.44% $42075.84
-1.44%
60120.10 BTC $791957995520.00

Problemi con un ordine: richiedi un rimborso con la garanzia Amazon

Problemi con un ordine: richiedi un rimborso con la garanzia Amazon

E’ passato quasi un anno da quando la vita di ognuno di noi è stata  scombussolata dalla pandemia e questo ha portato piano ad una trasformazioni delle nostre abitudini. Uno dei cambiamenti, che in realtà era già in atto, ma che è stato accelerato dalla attuale situazione, è sicuramente quello relativo allo shopping. Infatti, la sempre più sedentarizzazione della vita di tutti i giorni ha portato numerose persone ad usufruire dei siti per acquistare online. Ovviamente, il primo nome che ci viene in mente è Amazon, il colosso di Jeff Bezos, il cui servizio è sempre più usufruito. 

Ma come tutti i servizi, specialmente per quelli su larga scala, si possono riscontrare dei problemi, spesso neanche dovuti ad una cattiva organizzazione del sistema aziendale. Sì, perché può capitare che i clienti di Amazon possano richiedere il rimborso a causa di alcune defezioni relative alla riscossione dell’articolo acquistato. Abbiamo già parlato della politica di reso nel nostro articolo Entro quanti giorni si può fare il reso Amazon? , quindi qui ci soffermeremo maggiormente sul sistema di garanzia attuato da questa azienda. Visitando il sito, è resa ormai nota l’efficienza della così denominata Garanzia dalla A alla Z. Rifacendosi ad essa, andiamo a vedere quali sono le condizioni necessarie per poter inviare un reclamo ad Amazon. E’ importante ricordare che devono essere soddisfatte tutte quante le condizioni qui sotto citate, altrimenti non sei idoneo a chiedere un rimborso Amazon.

Per inviare un reclamo bisogna:

  • aver scritto al Partner di vendita;
  • aver aspettato almeno due giorni lavorativi per concedere la possibilità al Partner di vendita di rispondere;
  • chiedere il reclamo prima che siano scaduti 90 giorni dalla data prevista per la consegna dell’articolo;
  • avere una richiesta che rispetti almeno una delle seguenti condizioni:
  1. l’ordine non è stato consegnato oltre 3 giorni dopo la data prevista per la consegna;
  2. sulla pagina Amazon relativa al tracciamento del pacco, la consegna risulta confermata erroneamente;
  3. l’articolo presenta delle defezioni o è diverso dalla descrizione del sito;
  4. l’acquirente ha cambiato idea e ha applicato i procedimenti previsti dalle politiche di reso, senza però ricevere il rimborso;
  5. l’articolo è stato acquistato da un Partner di vendita internazionale, che non presenta un indirizzo italiano dove poter restituire il prodotto;
  6. l’acquirente ha dovuto sostenere dei costi aggiuntivi non previsti.

Rispettati tutti questi requisiti minimi, si potrà richiedere il rimborso. E’ importante ricordare che questa operazione si può fare solo tramite computer poiché non è un’azione possibile tramite l’app per smartphone.