Bitcoin Bitcoin -1.66% $42201.6
-1.66%
59401.37 BTC $794325090304.00

Quali cellulari non hanno i servizi Google?

Quali cellulari non hanno i servizi Google?

10/02/2021 0 By val3liv20

In seguito al ban imposto dagli USA nel 2019, Google si è trovata costretta a prendere le distanze dall’azienda cinese Huawei, scaturendo così una nube di dubbio attorno ai suoi prodotti e una preoccupazione da parte dei consumatori nel dover convivere senza i Google Mobile Services (GMS). Non poter più usufruire di tali servizi all’interno del proprio smartphone, significa principalmente rinunciare al supporto di Google Play Store e di tutte quelle applicazioni solitamente già installate all’interno del proprio dispositivo come ad esempio Gmail, Chrome, YouTube, Maps, Search, Google+, ecc. Il colosso di Shenzen, è dovuto correre ai ripari e trovare alla svelta delle alternative in grado di sopperire tali mancanze, una su tutte la presenza di uno store dedicato alle app da poter implementare all’interno dei propri smartphone. La soluzione creata ad hoc dall’azienda cinese si chiama Huawei AppGallery basata sui Huawei Mobile Services (HMS). Disponibile in oltre 170 paesi nel mondo e installabile anche su dispositivi non Huawei, questa piattaforma rappresenta il terzo più grande ecosistema di servizi, creata per consentire agli utenti di gestire e sincronizzare i propri dati, accedere ai contenuti e installare qualsiasi applicazione disponibile al suo interno con la massima sicurezza. Il catalogo presente nella piattaforma è ormai sempre più ampio e completo, nonostante sarà necessario ancora un po’ di tempo affinché tutte le app di terze parti possano arrivare anche su AppGallery.

L’app store Huawei, inoltre, offre la possibilità di utilizzare le Quick App, ovvero la soluzione alternativa alle Instant Apps di Google. Stiamo parlando di una serie di applicazioni utilizzabili senza la necessità di installazione all’interno del proprio dispositivo: basterà semplicemente entrare nella sezione dedicata, individuare l’app di interesse e aprirla eventualmente sulla schermata della homepage senza mai doverne eseguire il download. Inoltre, all’interno degli Huawei Mobile Services, sono stati aggiunti vari servizi per rendersi indipendenti dall’esterno, come ad esempio Huawei Browser per la navigazione web, Mobile Cloud, i Temi e Huawei Music/Video per lo streaming multimediale.

Modelli Huawei e Honor senza servizi Google

Di seguito, è possibile trovare elencati i modelli Huawei ed Honor che sono sprovvisti dei servizi Google. Questo potrà aiutarti nel loro acquisto, in modo da avere una panoramica quanto più completa su cosa aspettarsi dal relativo software.

  • Huawei Y9a / Y8p / Y8s / Y7a / Y6p /Y5p
  • Huawei P40 / P40 Pro / P40 Pro+ / P40 Lite / P40 Lite 5G / P40 Lite E
  • Huawei P Smart 2021 / P Smart S
  • Huawei Enjoy 20 / Enjoy 20 Plus / Enjoy 20 Pro / Enjoy 20 SE / Enjoy Z
  • Huawei Mate XS
  • Huawei Mate 40 / Mate 40 Pro / Mate 40 Pro+ / Mate 40 RS Porsche Design / Mate 30 Pro / Mate 30E Pro 5G
  • Huawei MatePad Pro / MatePad 10.4 / MatePad T 8
  • Huawei Nova 8 / Nova 8 Pro / Nova 8 SE / Nova 7 / Nova 7 Pro / Nova 7 SE / Nova 7 SE Vitality Edition / Nova 7i / Nova 6 / Nova 6 5G / Nova 6 SE
  • Huawei Mainmang 9
  • Honor 9X Pro
  • Honor 30 / 30 Pro / 30 Pro+

Honor rappresenta una fetta importante delle vendite di Huawei in Cina, ma all’estero l’azienda sta chiaramente soffrendo molto le restrizioni imposte dalla casa madre. Nonostante le varie indiscrezioni iniziali, Huawei ha ufficialmente annunciato la vendita dell’intero patrimonio aziendale di Honor, in modo da poter salvare le attività del brand in seguito alle restrizioni imposte dagli Stati Uniti. Questo perché, non essendo più legata in alcun modo al colosso cinese, il brand potrebbe essere escluso dalla Entity List e tornare a fare affari con le società americane.

In ogni caso, si tratta comunque di una situazione non ancora conclusa e in fase di evoluzione; nonostante questo però, possiamo tranquillamente affermare che le premesse affinché il Huawei AppGallery possa diventare una valida alternativa agli ormai noti store Google e Apple, sono più che fondate.