Tre curiosità che non conoscevi del navigatore gratuito Google Maps per la tua automobile

Tre curiosità che non conoscevi del navigatore gratuito Google Maps per la tua automobile

01/10/2021 0 By miriampaterna

Chiunque abbia avuto bisogno di un navigatore satellitare online gratuito sul proprio smartphone avrà sicuramente utilizzato Google Maps almeno una volta nella vita. Questo strumento rende da anni migliore la vita non solo ai turisti che devono raggiungere nuovi posti da visitare, ma anche ai pendolari o ai cittadini che ogni giorno devono cercare di evitare il più possibile il traffico per arrivare in orario o di conoscere nuove strade per arrivare prima in un luogo magari già conosciuto. Tuttavia, non tutti gli utenti che utilizzano ogni giorno Google Maps conoscono a pieno tutte le funzionalità messe a disposizione dal navigatore di Google: continua a leggere questo articolo per sapere tre curiosità che non conoscevi del navigatore gratuito Google Maps per la tua automobile!

1. Possibilità di usare il navigatore offline in auto

Non tutti i navigatori satellitari gratuiti funzionano anche offline, ma la possibilità di utilizzare Google Maps offline è uno dei suoi maggiori punti di forza che non tutti conoscono. Sebbene tutte le audio moderne siano ormai dotate di connessioni e strumenti internet, è sempre bene conservarne uno di riserva che funzioni anche senza connessione. Su Google Maps, per fortuna, è possibile caricare e salvare mappe di una determinata regione per poterle poi utilizzare online: per farlo, basta cliccare sul menu in alto a sinistra e selezionare la voce “Mappe offline”. Qui, troverai tutte le mappe offline che Google ti consiglierà di scaricare in base alla posizione del tuo domicilio, del tuo luogo di lavoro (se lo hai salvato) o dei percorsi che fai più frequentemente. La dimensione massima scaricabile corrisponde a 2 giga, pari ad un’area di 320×200 km.

2. Visualizzazione degli autovelox fissi e mobili 

Implementando una funzione simile a Waze, anche Google Maps (nel momento in cui si imposta una destinazione ed un percorso da effettuare) fa visualizzare la posizione degli autovelox fissi lungo il percorso. Essi sono visibili sotto forma di una piccola icona arancione già nell’anteprima del percorso; poi, anche durante la marcia, essi vengono di volta in volta segnalati tramite un avviso vocale. In questo modo, non rimarrai più sorpreso alla vista improvvisa di un autovelox lungo la strada, ma sarai preventivamente avvisato da Google Maps ed avrai così tutto il tempo di rallentare ed evitare multe per eccesso di velocità. Non solo: gli utenti possono anche segnalare la presenza di autovelox mobili, cliccando sul tasto “+”, che è la stessa funzione che permette di interagire fra utenti e avvisare di eventuali rallentamenti, incidenti o appunto autovelox temporanei.

3. Inviare le indicazioni stradali dal telefono all’auto

Un’altra funzione molto utile su Google Maps per auto che forse non tutti conoscono è la possibilità di inviare una posizione dal proprio smartphone, tablet o pc alla propria auto. Per farlo, è necessario innanzitutto aggiungere l’auto: vai su google.com/maps/sendtocar, accedi al tuo account in alto a destra e clicca su “Aggiungi auto o dispositivo GPS”. A questo punto, inserisci tutti i dati relativi alla macchina, il produttore, l’ID account, ecc. (N.b: in seguito, potrai mantenere salvati questi dati ed assegnare un nome a questa auto, così da selezionarla semplicemente le prossime volte senza dover inserire ogni volta tutti i suoi dati).

Infine, clicca su “OK” in basso a sinistra e la tua auto sarà associata. Da ora in poi, potrai inviare posizioni dal tuo dispositivo alla tua auto in modo semplice e veloce: una volta indicata la posizione, sotto la casella di ricerca clicca su “Invia a” > “Invia all’auto” > “Invia”. Riceverai una notifica sulla tua auto, accetta la ricezione ed inizia la tua navigazione verso la posizione desiderata!