Google Foto per nascondere le immagini sensibili

Google Foto per nascondere le immagini sensibili

Google Foto introdurrà presto una nuova funzionalità, “Locked Folder”, letteralmente “cartella bloccata”, una sorta di contenitore virtuale, dove l’utente potrà nascondere foto e video, magari privati e che non si desidera mostrare a tutti. Con Locked Folder, infatti, immagini e contenuti multimediali non saranno visibili dalla libreria principale e potranno essere protetti, attraverso l’inserimento di una password o l’applicazione delle funzionalità biometriche. Locked Folder è una novità già presente in alcuni device targati Google, ma che ora toccherà anche i dispositivi con sistema operativo Android 6 o versioni successive.

A tal proposito, il portale The Verge ha annunciato che questa funzionalità è stata inserita già nei nuovi telefoni Pixel lo scorso giugno, ma BigG non ha specificato quando la novità potrà essere fruita anche negli altri device. Infatti, da Mountain View è stato semplicemente ribadito che l’implementazione della funzionalità Locked Folder in Google Foto per nascondere le immagini sensibili avverrà presto. L’annuncio ufficiale si concretizzò nel maggio scorso, quando BigG tenne la conferenza “Google I/O”. E, proprio nel corso di questo evento, gli sviluppatori di Mountain View avevano suggerito agli utenti che, magari, Locked Folder poteva tornare utile per quei genitori che desideravano acquistare un animale domestico ai loro figli e, volendo fare una sorpresa, potrebbero avvertire la necessità di nascondere per bene le immagini. Ma molti altri utenti useranno questa novità per scopi differenti.

Entrando nei particolari di Locked Folder, Google chiarisce che foto e video riservati, nascosti in una cartella protetta all’interno dell’applicazione Google Foto, saranno inaccessibili, perché bloccati; pertanto, non verranno visualizzati nella libreria principale delle immagini, né tra i ricordi, tra le ricerche o negli album. Inoltre, questi contenuti non saranno fruibili per altre applicazioni che, sul device, godono dell’accesso alle foto e ai video. Per procedere con la configurazione della Cartella bloccata, sarò necessario aprire l’app Google Foto, cliccare “Raccolta” ed in seguito, in successione, “Utilità” e “Cartella bloccata”. Giunti a questo punto, infatti, sarà sufficiente seguire i comandi presenti sul display per sbloccare il dispositivo. Se la cartella non visualizza alcun contenuto, l’utente leggerà il messaggio: “Non ci sono ancora elementi”.

Per effettuare, invece, il salvataggio direttamente dalla fotocamera di Pixel alla Cartella bloccata, l’utente dovrà aprire l’app “Fotocamera”, presente nell’angolo in alto a destra, selezionare “Galleria di foto” e “Cartella bloccata”, per poi scattare l’istantanea.  Le immagini saranno salvate direttamente nella Locked Folder e, all’interno di questa cartella, si potrà effettuare anche lo spostamento di altri contenuti presenti già nel device. Infatti, sarà sufficiente selezionare le foto e i video da inserire, premere in successione “Altro”, “Sposta nella Cartella bloccata” e “Sposta”. La funzionalità Cartella Bloccata protegge le immagini sensibili dal blocco del display, ma saranno visualizzabili in caso di ricerca in Google Foto. Tuttavia, trattandosi di una cartella segreta, sarà accessibile unicamente dal proprietario dell’account.