Bitcoin Bitcoin 3.67% $43360.41
3.67%
56327.74 BTC $816136388608.00

Twitch riduce il prezzo dell’abbonamento anche in Italia

Twitch riduce il prezzo dell’abbonamento anche in Italia

08/08/2021 0 By fogliotiziana

Twitch, leader dello streaming video in diretta, ha abbassato il prezzo dell’abbonamento a 3,99 euro al mese. Il costo dell’abbonamento quindi, si riduce del 20% anche per gli utenti italiani.

Twitch non mette più gli Stati Uniti al centro del mondo. Il numero uno dei video on demand ha annunciato, finalmente, l’adeguamento del prezzo degli abbonamenti di livello 1, che passano da 4,99 a 3,99 euro al mese.

Gli abbonamenti di livello 1 sono quelli più economici e prevedono, oltre al supporto allo streamer, anche la possibilità di seguire i video senza la pubblicità, usare emoticon dedicate nella chat delle dirette, ricevere dei badge per distinguersi dagli altri utenti. I livelli 2 e 3 dell’abbonamento includono ulteriori benefici, ma chiaramente a un prezzo più alto.

Il cambio di prezzo degli abbonamenti di livello 1 avverrà in automatico sui profili degli utenti nelle prossime ore, non sarà necessario fare alcun aggiornamento manuale.

Già a maggio la piattaforma aveva annunciato l’arrivo di abbonamenti a prezzi differenziati a seconda dei Paesi. Del resto, 4,99 euro è un prezzo molto alto se paragonato al costo della vita in alcune parti del mondo. In Europa o in Asia, il 50% di utenti in meno si abbona rispetto agli Stati Uniti. Una cifra che sale all’80% in Sudamerica. Il servizio ha già annunciato prezzi diversi in Asia e Sud America. La tariffa più economica sarà in Thailandia, dove il servizio costerà 69 Bath, circa 1,75 euro.

L’effetto principale di questo ribasso potrebbe essere una perdita di entrate per gli streamer. Ma l’azienda non lascia nulla al caso e ha già predisposto un “paracadute”. La piattaforma, infatti, coprirà il 100% degli introiti iniziali relativi agli abbonamenti per i primi mesi, e diminuirà progressivamente il proprio supporto nel corso dell’anno. Compenso che sarà calcolato sulla media dei tre mesi precedenti la variazione.