Una startup giapponese prototipa l’utilitaria volante

Una startup giapponese prototipa l’utilitaria volante

SkyDrive è una startup giapponese, formata da un gruppo di ingegneri della Toyota, che ha cominciato a sperimentare un prototipo di un auto volante già nel 2012 durante il loro tempo libero. La loro prima versione fu creata nel 2014, la quale vinse diverse competizioni e riuscì ad ottenere fondi per continuare il suo sviluppo. Nel 2017, invece, la Toyota ha deciso di investire nel progetto, grazie al quale investimento, SkyDrive ha progettato e sviluppato un prototipo di auto volante, intesa per essere la macchina volante più piccola del mondo.

La compagnia spera che questo veicolo possa semplificare la congestione del traffico, soprattutto nelle grandi metropoli trafficate come Tokyo. Ma non solo, infatti si crede che il prototipo, che presto si spera diventi realtà, possa essere molto utile anche in fasi di missioni di ricerca, e soprattutto durante le emergenze dove i veicoli tradizionali non possono essere utilizzati.

Nel 2017, come già anticipato, la Toyota ha investito nel progetto, con una somma di circa 350mila dollari, per aiutare lo sviluppo del veicolo volante. La compagnia ha iniziato dei test di volo, controllati da remoto, del proprio prototipo di auto volante già nel 2018, ma senza pilota. Il primo testo, questa volta con a bordo un pilota al volante, è avvenuto nel dicembre scorso. Il primo di una serie di test che, si spera, porteranno ad una dimostrazione ufficiale del progetto entro la fine della prossima estate.

Con la speranza di riuscire a fare questa dimostrazione di come funziona entro la fine di questa estate, la compagnia giapponese sta facendo i primi test con a bordo un pilota all’interno di una struttura protetta, nel centro di ricerca di volo della compagnia, poco fuori Nagoya. Con questo prototipo, alto circa un metro e mezzo, si punta ad ad una velocità massima di 100 chilometri all’ora in volo, e di 150 chilometri all’ora quando è vicino al suolo.

Mentre questa auto volante si presenta composta da una stretta cabina e con quattro eliche orizzontali, in stile di un drone, ad ogni angolo del veicolo, il prototipo assomiglia più ad un go kart. Si presenta con un’altezza di circa un metro e mezzo e di una larghezza e lunghezza di circa 3,6 metri.

I dettagli dei test con pilota che si stanno conducendo da dicembre rimangono confidenziali, come voluto dalla compagnia, ma la stessa assicura comunque che le sperimentazioni stanno continuando e con ottimi risultati, ma che continueranno a migliorare la sicurezza del veicolo. Ovviamente, un miglioramento degli standard di sicurezza, delle regole stradali, così come dei sistemi di controllo che aiutano ad evitare collisioni, sono comunque necessarie, se non essenziali, prima che questi veicoli possano essere distribuiti nel mercato e resi disponibili a tutti. Ma secondo un report in The Asahi Shimbun, SkyDrive ha affermato che potrebbe essere pronto un rilascio limitato dell’utilitaria volante già per il 2023, mentre la produzione in massa dovrebbe avvenire per il 2026.

 

Leggi anche: