5 Consigli per migliorare il segnale Wi-Fi offerti dal New York Times

5 Consigli per migliorare il segnale Wi-Fi offerti dal New York Times

04/09/2020 0 Di giuliamercurio

Nel 2020, il Wi-Fi all’interno delle case è diventato quasi un bene di prima necessità specialmente in questi ultimi mesi in cui siamo stati colpiti dalla pandemia di Covid-19 e il conseguente lockdown. Per chi poi, si è ritrovato a lavorare in smart-working è stato ancora più fondamentale.

Letteralmente, smart-working significa lavoro intelligente in quanto permetterebbe di lavorare in modo più redditizio – per molti versi, non solo dal punto di vista economico – e in più vi è l’uso della tecnologia.

Vi sono numerosi vantaggi come:

  •  Aumenta la libertà e l’autonomia del lavoratore. Si ha una maggiore capacità di organizzare il proprio tempo.
  •  Consente di risparmiare sui posti di lavoro, sui trasporti o sulle forniture (elettricità, riscaldamento, ecc.).
  • Si può risparmiare molto tempo durante i viaggi, soprattutto nelle grandi città.
  • Migliora la conciliazione della vita lavorativa con la vita personale e familiare.
  • Se il lavoro è ben strutturato (di solito basato su obiettivi), la produttività può essere aumentata.
  • Si nota un miglioramento della qualità della vita del lavoratore, il lavoratore apprezza il lavoro e l’azienda.
  • Permette l’integrazione delle persone con mobilità ridotta.

Ma può anche avere alcuni svantaggi ed uno di questi potrebbe essere proprio legato alla connessione Wi-Fi. Infatti per lavorare, il lavoratore dipenderà da essa, senza non potrà svolgere le proprie mansioni.

Ecco cinque cosnigli che vi aiuteranno a velocizzare le connessioni Wi-Fi su tutti i vostri dispositivi secondo il New York Times:

Riposizionare il router

I segnali Wi-Fi tendono ad essere più forti in orizzontale dal router e quando il router si trova sullo stesso piano di una casa  così come i dispositivi ad esso collegati. Se possibile, provate a spostare il router (mentre è ancora collegato al modem) in una posizione più centrale della vostra casa, ad esempio vicino al corridoio principale. Se questo non è possibile, provate almeno a posizionare il router il più in alto possibile (sempre che i cavi riescono a raggiungerlo!). Posizionare il router su uno scaffale alto è molto meglio che nasconderlo in un armadietto vicino al pavimento. Meno ostruzioni (come muratura o muri) tra il router e le antenne all’interno del dispositivo miglioreranno la connessione.

Utilizzare invece un cavo Ethernet

Con tutti i progressi della tecnologia wireless, è controintuitivo tornare a una connessione cablata, ma collegare il computer direttamente al router con un cavo Ethernet migliora le cose in due modi: Le connessioni cablate in casa sono sempre più veloci e affidabili del wireless. Stai anche togliendo il tuo portatile dal Wi-Fi, liberando il segnale per altri dispositivi che non possono essere collegati.

Alcune case costruite negli ultimi 10-15 anni sono precablate con Ethernet. Cercate una presa Ethernet RJ45 accanto al connettore della TV via cavo o alla presa del telefono a muro in ogni stanza. È possibile identificare l’RJ45 abbastanza facilmente, poiché è circa il doppio della larghezza della presa telefonica RJ11. Se siete abbastanza fortunati da averlo installato, la connessione attraverso questa rete cablata è il  miglior modo per avere il vostro computer portatile o PC desktop su internet.

La maggior parte dei laptop aziendali ha un connettore Ethernet incorporato, se non lo avete, potete acquistare un adattatore da USB a Ethernet per circa 20 dollari.

Acquista un nuovo router Wi-Fi, un extender o un kit di rete mesh

A volte il vostro problema non è generalmente un internet lento, ma un segnale debole in una parte della casa. Se avete una zona morta, un estensore Wi-Fi economico può aiutare a migliorare i segnali Wi-Fi, sia intorno a un ostacolo come un camino e un camino nel centro di una casa o una camera da letto per gli ospiti. Sono una soluzione economica perché ripetono semplicemente i segnali fino al router, ma si noti che gli estensori possono spesso rallentare le prestazioni complessive a causa di quel salto. Se, tuttavia, avete diverse stanze o aree problematiche nella vostra casa, prendete in considerazione un nuovo router o un kit di rete mesh.

I kit di rete mesh aiutano a diffondere il segnale in tutta la casa con box aggiuntivi (chiamati nodi, satelliti o punti Wi-Fi) che funzionano come router Wi-Fi wireless aggiuntivi nella vostra casa. Ogni nodo comunica con gli altri in modo intelligente e senza fili, assicurandosi che i dispositivi siano collegati al nodo con il segnale migliore invece di cercare di connettersi in tutta la casa al router principale. 

Considerate l’utilizzo di un hot spot Wi-Fi (o del vostro telefono)

Quasi tutti gli smartphone vi permetteranno di usarlo come hot spot Wi-Fi o di collegare un cavo USB al vostro computer per un rapido accesso a internet. Questa funzionalità extra è utile quando ad esempio salta la corrente. Basta notare che i limiti di dati durante il tethering del telefono tendono ad essere, da 3GB fino a 20GB. 

Provate un hot spot mobile piuttosto che il vostro telefono se avete bisogno di una soluzione più permanente per i viaggi d’affari. Gli hot spot hanno il loro tot di dati (di solito da 10GB a 30GB) separati dal telefono. Si consiglia un hot spot separato se avete esigenze particolari, come ad esempio tenere regolarmente riunioni video mentre siete in viaggio o archiviare documenti importanti lontano dal vostro ufficio.

Aggiornate il vostro piano internet

Se siete stati nella stessa casa per oltre un decennio, o se il vostro nucleo familiare si è recentemente ampliato, potreste avere bisogno di un nuovo piano a banda larga. Il sito web speedtest.net ha riportato che la velocità massima di download di CenturyLink nel gennaio 2016 era di circa 39 megabit al secondo, che è sufficiente per uno o due utenti in streaming su un laptop, un tablet e i loro telefoni. All’epoca si poteva essere soddisfatti di quel piano, ma oggi con così tanti  dispositivi come Alexa, fotocamere etc sono tutti in lotta per la stessa larghezza di banda, e un piano da 300 megabit, 500 megabit o anche 1.000 megabit (gigabit) sarebbe più appropriato. A meno che non aggiorniate il vostro servizio, il piano predefinito con cui avete iniziato rimane quello a cui siete abbonati, quindi vale la pena di verificare con il vostro provider. Assicurati di aggiornare il tuo router e il modem via cavo (se necessario) allo stesso tempo.

Leggi anche: