Android: l’applicazione Trova il mio dispositivo sarà presto efficiente quanto quella di Apple

Android: l’applicazione Trova il mio dispositivo sarà presto efficiente quanto quella di Apple

22/12/2022 0 By fogliotiziana

Google aggiornerà presto la sua applicazione Trova il mio dispositivo. L’azienda di Mountain View sarà presto in grado di sapere dove si trova il tuo smartphone, anche se non è connesso a Internet. Un modo per rendere questa funzione efficace come su smartphone Samsung o iPhone.

Quando un telefono Android viene smarrito o rubato, è possibile individuarlo utilizzando l’applicazione Trova il mio dispositivo. Ciò ti consente di bloccarlo, uscire dal tuo account Google o persino ripristinarlo. Tuttavia, questa funzione ha un tallone d’Achille: funziona solo se il telefono è connesso a Internet. Presto non sarà più così.

Nella patchnote di Google Update di dicembre 2022, viene fatta una menzione interessante su Trova il mio dispositivo:

Trova il mio dispositivo ora supporta la segnalazione crittografata dell’ultima posizione nota per i dispositivi Android, utilizzando un nuovo framework incentrato sulla privacy.

Ciò che significa che sarà possibile sapere dove si trova il suo telefono anche quando non sarà più connesso al web.

Google s’ispira ad Apple per la sua funzione di localizzazione

Concretamente, questo significa che una volta che il tuo telefono sarà disconnesso, sarà sempre rintracciabile grazie ad altri terminali presenti nelle vicinanze, tramite il Bluetooth. Importante precisazione, tutti i dati saranno crittografati e i telefoni utilizzati in questa rete non potranno conoscere la posizione dello smartphone Android ricercato. Solo Google lo saprà.

Non si tratta, chiaramente, di una funzionalità nuova di zecca. Questa tecnologia, infatti, è già utilizzata da Apple e Samsung. Resta da vedere se la nuova applicazione Android soppianterà quella del Galaxy. In ogni caso, fornisce ulteriore sicurezza all’utente, e questa è la cosa più importante.

Per il momento non abbiamo informazioni sulla data di arrivo di questa opzione. Google non ha comunicato in merito oltre la nota sulla patch. Immaginiamo che la cosa sarà presentata ufficialmente quando sarà distribuita su larga scala. Potrebbe ad esempio essere incluso in Android 14, una nuova versione dell’OS prevista per la fine del 2023.

Ti consiglio di leggere anche…

Android 13 arriva su Windows 11 e migliora sensibilmente l’esperienza!

Come togliere la maiuscola automatica su Android in poche mosse

Come cambiare lo sfondo di WhatsApp su iPhone e Android