BloodyStealer è il trojan più temuto dai videogiocatori di tutto il mondo

BloodyStealer è il trojan più temuto dai videogiocatori di tutto il mondo

Kaspersky, azienda russa di sicurezza informatica principalmente conosciuta per il suo omonimo antivirus, ha scoperto un trojan avanzato soprannominato BloodyStealer che viene venduto attraverso i forum presenti nella darknet. Si tratta di un malware che è in grado di rubare gli account degli utenti sulle più note piattaforme di gaming, come Epic Games, Steam, EA Origin. Non è la prima volta che Kaspersky riesce ad individuare un software malevolo, anzi l’azienda è da tempo che si impegna a proteggere i videogiocatori dai pericoli presenti sul web anche con apposite campagne; clicca qui per scoprire l’ultima campagna chiamata “fearless gaming”. 

BloodyStealer è stato scoperto per la prima volta in uno dei tanti forum illeciti presenti sul dark web e si tratta di un malware che è in grado di rubare numerose informazioni che si trovano all’interno dei browser utilizzati dalle “vittime”, ad esempio dati di login, password, numero di carta di credito e così via. 

Di che tipo di virus si tratta? Kaspersky lo ha identificato come un Trojan-Spy.MSIL.Stealer.gen, ovvero un malware che si nasconde all’interno di un programma apparentemente innocuo che, una volta installato, prende il controllo totale o parziale del dispositivo infettato. 

Come funziona BloodyStealer? In sostanza, una volta installato il programma e dopo che questo ha preso il controllo del dispositivo, il trojan assegna un ID univoco alla macchina vittima, in modo da essere più facilmente riconoscibile da chi lo ha lanciato. In questo modo, il criminale potrà visualizzare comodamente tutte le informazioni della vittima. Ma che ne se fa delle informazioni di login? Semplice, può metterle in vendita, anche per  diverse centinaia di dollari, all’interno del dark web. Inoltre, le combinazioni di username e password utilizzate sulle piattaforme più popolari possono anche essere vendute in blocchi, generando un introito considerevole per il criminale che le vende. Purtroppo il malware è difficile da identificare, specialmente a causa del suo prezzo ridotto pari più o meno a 10 dollari per un abbonamento mensile.

Kaspersky si impegna attivamente per istruire gli utenti ad agire con maggiore consapevolezza; a tal proposito, ha commentato Dmitry Galov, ricercatore di sicurezza del Global Research and Analysis Team di Kaspersky: “Gli account di gaming vengono spesso presi di mira dai criminali informatici, per giocare in tranquillità senza preoccuparsi che il proprio account o il proprio credito di gioco vengano rubati, è importante utilizzare l’autenticazione a due fattori e una soluzione di sicurezza affidabile per tenere al sicuro i propri dispositivi”. 

Clicca qui e scopri come mettere al sicuro i tuoi dispositivi domestici con Kaspersky.