Come scegliere un nome di dominio vincente?

Come scegliere un nome di dominio vincente?

11/12/2022 0 By Rosy Chianese

Se hai in mente di realizzare un sito la prima cosa a cui dovrai pensare è quella di registrare il nome del dominio, cioè l’indirizzo del sito che si digita nella barra degli Url del browser per poter visualizzare gli argomenti. Se non possiedi un dominio l’unico modo per entrare nel sito è quello di essere a conoscenza dell’IP.

I nomi di dominio sono costituiti da due sezioni divise da un punto, la prima è il dominio di secondo livello che è formato da un insieme di lettere e numeri, la seconda è l’estensione di dominio o dominio di primo livello. Vediamo come scegliere un’estensione giusta di dominio.

Cosa indica l’estensione del dominio?

Puoi registrare più di uno dominio di secondo livello e, poi, fare il reindirizzamento al dominio, che è poi quello che rappresenta la tua presenza in Rete. Molto importante è anche capire attentamente come deve essere il primo livello del dominio, che darà tutte le informazioni a chi va sul sito, in merito all’area geografica e al target e al tipo di attività.

Quale estensione di dominio scegliere

Ci sono vati tipi di estensioni, con costi e tempistiche di rinnovo vari. Possiamo considerare tre grandi categorie:

  • gTLD (Generic Top-Level Domain): è il nome di dominio più usato e che ha all’interno i.com, .org e .net, e poi anche .xyz, .biz, .tech e .cloud;
  • sTLD (Sponsored Top-Level Domain): sono dei domini che vengono assegnati a organizzazioni e gruppi e sono il gov per i siti governativi, .edu per le istituzioni educative;
  • ccTLD (Country Code Top-Level Domain): vanno a segnalare una specifica zona o luogo, : .it per l’Italia, .us per gli USA, .in per l’India, ecc.

Cosa indica l’estensione di dominio .com?

Il dominio .it è quello che fa riferimento all’Italia ed è possibile usarlo solo se sei un privato o un’azienda residente in Unione Europea, Svizzera, San Marino o nel Vaticano e resta di proprietà dello Stato che lo eroga e questo avviene con un contratto che può subire dei rinnovi a vita e, con la registrazione, sei responsabile sia a livello civile ma anche penale di tutto ciò che pubblichi nel sito. Questo tipo di estensione è scelta in particolare da tutte quelle società che anche se hanno un tipo di target internazionale si concentrano sul Made in Italy.

Cosa indica l’estensione di dominio .it?

L’estensione .com corrisponde a commercial, come .net e .org e fa riferimento alla legislazione statunitense che regola la parte contrattuale e i contenuti. Ogni attività sia commerciale che privata può utilizzarla, anche se spesso viene usata da realtà internazionali e, nel caso del .com, non serve che chi lo registra risieda in luoghi specifici.

Ti consiglio di leggere anche…

Che cos’è l’URL di un sito web e come ottimizzarlo per renderlo SEO friendly

Come trovare il tuo indirizzo IP, cos’è e tipi

Certificato SSL per sito web, cos’è e a cosa serve