Come trovare e bloccare un telefonino Android smarrito

Come trovare e bloccare un telefonino Android smarrito

I dispositivi cellulari hanno acquisito un’importanza mai vista prima, diventando piano piano un prolungamento della mano di ognuno di noi. Proprio per questo motivo, sono stati sviluppati numerosi modi per poter porre rimedio alle eventualità in cui ci si trovi sprovvisti del proprio cellulare. Infatti, vi abbiamo già parlato, ad esempio, di ottimi power bank per poter ricaricare il dispositivo nel modo più rapido possibile. Inoltre, abbiamo spiegato anche, in diversi passaggi, come cancellare da remoto i dati di un iPhone smarrito. Proprio per questo, oggi sarà cruciale soffermarci su ciò che bisogna fare se si possiede uno smartphone targato Android. Nonostante la concorrenza della Apple abbia da anni ormai un sistema molto efficiente relativo al recupero dei cellulari smarriti, anche l’azienda figlia di Google ha mostrato di procedere con grandi passi avanti. Infatti, attraverso il sito o l’app di riferimento, ogni utente avrà la possibilità di poter svolgere numerose azioni sul proprio dispositivo. Prima di entrare nel dettaglio, però, è necessario ricordare quali sono i requisiti minimi che deve disporre lo smartphone Android smarrito, in modo tale da poter procedere con i passaggi che elencheremo. 

Requisiti minimi

Il vostro smartphone Android deve:

  • essere acceso;
  • essere collegato ad un account Google;
  • essere connesso ai dati mobili o ad un Wi-Fi;
  • essere visibile su Google Play;
  • avere attiva la geolocalizzazione;
  • avere il servizio Trova il mio dispositivo attivo.

Per quanto riguarda quest’ultimo passaggio, vi basterà andare nelle Impostazioni e selezionare Sicurezza per vedere se il servizio è su ON oppure su OFF. Inoltre, se decideste di utilizzare la verifica in due passaggi per il proprio account, bisognerà avere un numero di telefono di backup o un codice di backup. Per quanto concerne la geolocalizzazione, basterà attivare la funzione Posizione presente nel dispositivo, abbassando la tendina con uno swipe verso il basso. Sì, è un servizio che tende a velocizzare il consumo di batteria, ma è essenziale nel caso in cui si smarrisse il proprio telefono. 

Come fare

Dopo aver verificato se si dispone di tutte le condizioni necessarie per poter procedere con questi passaggi, vediamo insieme come fare. Attraverso l’app Trova dispositivo (find my device), presente nel Play Store, o con la pagina browser dedicata, che trovate in questo link, avrete la possibilità di vedere dove si trova, in modo approssimativo, il vostro dispositivo. Inoltre, potrete:

  • far squillare il cellulare, riproducendo un audio;
  • bloccare il dispositivo;
  • resettare il dispositivo.

Leggi anche: