Bitcoin Bitcoin 3.52% $43154.92
3.52%
57640.48 BTC $812268650496.00

Cosa sappiamo di Katla, la serie sci-fi in arrivo su Netflix

Cosa sappiamo di Katla, la serie sci-fi in arrivo su Netflix

30/07/2021 0 By manuelasole

Il 17 giugno 2021 ha fatto il suo debutto su Netflix la prima serie originale islandese “Katla”.

Si tratta di un thriller fantascientifico ideato (insieme a Sigurjón Kjartansson per la sceneggiatura) e prodotto dal regista islandese Baltasar Kormakur, autore di film di grande successo come “Contraband” (2012), “The Deep” (2012), “Cani sciolti” (2 Guns 2013), “Everest” (2015) e “Resta con me” (2018).

La serie TV “Katla”, di otto episodi per la prima stagione, prende spunto dagli eventi che si sono verificati in Islanda negli ultimi anni, come l’attività sismica registrata nei pressi del vulcano Katla a seguito dell’eruzione del vulcano Eyjafjöll avvenuta nel 2010, che portò allo sgombero della zona e al blocco del traffico aereo in Europa per diversi giorni.

Il titolo di questa serie sci-fi prende infatti il nome dal vulcano subglaciale Katla attorno al quale si svolge tutta la storia.

La trama è incentrata su l’eruzione del Vulcano Katla, che avviene almeno ogni ottant’anni dal IX secolo, portando all’evacuazione della vicina città di Vik, nota meta turistica. Le vicende si svolgono dopo un anno di attività vulcanica e si focalizzano sulle vite di alcuni abitanti che hanno deciso di restare nonostante l’aria malsana dovuta alle ceneri. Tra questi troviamo il personale addetto alla sicurezza della zona e quello medico, la proprietaria dell’hotel Vic, il geologo Darri (Björn Thors) trattenutosi per rilevare le attività di Katla e Gríma (Guðrún Ýr Eyfjörð), rimasta assieme a suo padre, il medico Þór (Ingvar Eggert Sigurðsson), per ritrovare sua sorella Ása (Íris Tanja Flygenring), scomparsa durante la prima eruzione.

Le giornate dei cittadini vengono però destabilizzate dall’improvvisa comparsa di una giovane donna, emersa dalla foschia vulcanica nuda e ricoperta di fango e cenere. La ragazza, di nome Gunhild (Aliette Opheim), appare identica ed immutata negli anni ad una dipendente dell’hotel locale sparita nel nulla venti anni prima. Subito dopo, con le stesse modalità, arrivano anche un bambino deceduto tre anni prima ed altre persone.

Questi accadimenti creano scompiglio tra la popolazione locale ed iniziano a diffondersi diverse teorie che possano dare una spiegazione, alcune pagane, fondate sul folklore, ed altre che cercano appiglio nella religione.

Prendendo le distanze da queste credenze, uno scienziato tenta invece di avere risposte concrete e tangibili addentrandosi sotto il ghiacciaio nelle grotte del vulcano, dove farà una scioccante ed inimmaginabile scoperta.

Il regista Baltasar Kormakur e la direzione di Netflix si sono dichiarati entusiasti di collaborare a questo progetto e dare vita ad una serie TV, con una produzione e un cast tutto islandese, dove mistero e fantascienza si mescolano insieme.