Google e Facebook investono sulla startup che costruisce le abitazioni modulari

Google e Facebook investono sulla startup che costruisce le abitazioni modulari

25/11/2020 0 Di noemicolucci

Quali sono gli elementi in comune fra Google e Facebook? Apparentemente nessuno. Il primo è il browser più famoso di tutti, creato dall’azienda leader nel settore informatico e che offre altrettanti servizi con le sue varie piattaforme. Il secondo, invece, è stato il primo social network a conquistare il mondo. 

In realtà, però, in verità un punto in comune c’è. Attualmente, infatti, Google e Facebook investono sulla startup che costruisce le abitazioni modulari. 

La fortunata startup in questione è la Factory OS di Vallejo, la quale è riuscita a raccogliere ben 55 milioni di dollari dai grandi del settore della tecnologia, ovvero, oltre a Google e Facebook, anche la società di software Autodesk, la Citigroup, Morgan Stanley e, anche, dal gestore del patrimonio di Lafayette Square Holding. 

Un bel colpo per questa emergente startup, che, grazie a questi investimenti, riuscirà ad aumentare la produzione dei prodotti nella sua attuale seconda fabbrica. Oltretutto, con tutto questo denaro riuscirà ad allargare i propri confini a Los Angeles.

La Factory OS, quindi, deve essere in qualche modo molto speciale, differente dalle altre, per poter usufruire di tutta questa fiducia da parte di questi giganti della tecnologia.

In effetti, lo è. 

Questa società, infatti, punta a ridurre i costi di costruzione dei vari alloggi, assemblando in precedenza i vari ‘moduli’ di condomini. I suoi prezzi, infatti, sono nettamente inferiori rispetto agli altri proposti dalle aziende per le costruzioni normali. Si parla anche, addirittura, del 40% di risparmio, un qualcosa di veramente rivoluzionario per dare una ventata di modernità al sistema di sviluppo abitativo, il quale è lo stesso da decenni.

Ma da quando è attiva questa startup? La risposta ti sconvolgerà. La Factory OS, infatti, è nata nel recentissimo 2017 e, in soli 3 anni è riuscita a raggiungere questo traguardo molto importante, al quale tutte le società ambiscono, ma al quale nessuna riesce ad arrivare.

Il suo intento, quindi, è quello di rivoluzionare le tecniche per le costruzioni di palazzi, rinnovandole e, soprattutto, rendendole il più economiche possibili, senza nulla togliere alla qualità. 

Inoltre, la sigla OS, sta per off-site, che ovviamente si riferisce allo speciale metodo di costruzione di questa nuova azienda, ma si collega anche al sistema operativo, poiché questa azienda punta ad andare di pari passo con il progresso della tecnologia.

Sicuramente questa società in futuro si ingrandirà sempre di più, magari rivoluzionando tutte la costruzioni dei sistemi abitativi degli Stati Uniti e, chissà, data la velocità della loro crescita, non ci sarà da stupirsi se fra qualche anno approderà anche in Europa.

Con tutti gli investimenti di questi potenti nomi del settore tecnologico, tra i quali, per l’appunto Google e Facebook, non ci sono dubbi che questa azienda saprà come gestire i suoi fondi al meglio, con l’obiettivo di crescere ancora di più ed aumentare il proprio profitto. Il tutto, senza mai dimenticare la cura dei propri clienti e della loro situazione economica, garantendo, ovviamente, sempre il massimo della qualità.

Quindi, non ci resta che aspettare e scoprire come sarà il suo futuro.

Leggi anche: