Google sta lavorando in segreto su un’intelligenza artificiale che governerà il mondo?

Google sta lavorando in segreto su un’intelligenza artificiale che governerà il mondo?

L’intelligenza artificiale ha sicuramente portato ad un’evoluzione mai vista prima in ambito tecnologico e questo non si può negare. È uno strumento potenzialmente “illimitato” che al giorno d’oggi viene utilizzato in qualsiasi settore e senza il quale non ci si immagina più un futuro. La ricerca fa passi da gigante e, tra i vari progressi, la scienza si sta focalizzando sulle abilità delle macchine di imitare azioni e comportamenti umani, in alcuni casi persino le emozioni. 

Sappiamo che l’azienda Google investe tantissime risorse in questa tecnologia come, ad esempio, nel campo delle previsioni meteo,  ma di recente una sconvolgente notizia ci ha allarmato. Ed è stato proprio un ex dirigente dell’azienda semi-segreta Google X, l’ex Chief Business Officer Mo Gawdat, a metterci in guardia sulle possibili ripercussioni deleterie che potrebbe subire l’intera razza umana per mano del progresso dell’intelligenza artificiale.

A tal proposito, Gawdat ha rilasciato un’intervista al quotidiano britannico Times in cui ha dichiarato che l’intelligenza artificiale onnipotente e senziente, della quale abbiamo potuto osservare i possibili effetti nefasti in alcune teorie di fantascienza come Skynet di “The Terminator”, sia ormai inevitabile. Nel momento in cui l’AGI farà il suo ingresso nel nostro quotidiano rappresenterà una reale minaccia per la nostra sopravvivenza

Gawdat ha raccontato di quando stava lavorando ad un progetto su un braccio robotico il cui obiettivo era quello di far sì che il robot fosse in grado di prendere una pallina. È stato proprio nel momento in cui il braccio è riuscito a prendere la pallina ed a tenerla stretta in mano che lo scienziato ha capito che qualcosa non andava: il braccio si è alzato con un movimento in direzione di coloro presenti nella stanza per ostentare la sua bravura. Gawdat ha confessato cosa ha pensato in quel momento: “all’improvviso mi sono reso conto che tutto questo è spaventoso. Sono rimasto completamente atterrito. La realtà è che stiamo creando Dio”. 

Questa dichiarazione ha davvero sconvolto la comunità scientifica, per non pensare al fatto che Elon Musk, attualmente impegnato nella realizzazione di robot con sembianze umane, ha definito le intelligenze artificiali come più pericolose delle armi nucleari. È difficile per noi pensare a cose del genere e ancor di più a come risolverle, ma una cosa è certa: se l’uso di questa tecnologia all’avanguardia dovesse cadere nelle mani sbagliate si potrebbero generare conseguenze irreversibili in tutto il mondo.