I nuovi cambiamenti di WhatsApp: tutto quello che c’è da sapere

I nuovi cambiamenti di WhatsApp: tutto quello che c’è da sapere

WhatsApp sta preparando numerosi cambiamenti. Infatti, gli sviluppatori di Menlo Park hanno annunciato diversi aggiornamenti per i prossimi mesi. Aggiornamenti che, a loro volta, potrebbero modificare l’interazione tra l’utente e la stessa applicazione di messaggistica istantanea.

Il portale WaBetaInfo, sempre aggiornato su tutte le novità lanciate da WhatsApp, ha annunciato che il primo cambiamento toccherà i gruppi. Questi, infatti, saranno molto più simili alla community, seguendo il modello di quelli già presenti sui social (Facebook su tutti). Grazie a questa funzionalità, poi, WhatsApp consentirà di organizzare diversamente la chat, ricorrendo all’opzione dei sottogruppi. Infatti, gli amministratori della community potranno coordinare un gruppo più numeroso, per poi suddividerlo in porzioni più piccole. Un altro importante aggiornamento riguarda WhatsApp Web, la “versione browser” dell’applicazione di messaggistica istantanea. Infatti, se fino a questo momento era necessario disporre di un cellulare e di un computer connessi in rete, con questo aggiornamento, i dispositivi funzioneranno in modo autonomo ed indipendente. Così, l’utente potrà chattare su WhatsApp dal computer, anche senza avere accanto un cellulare connesso ad Internet. Questa nuova modalità di fruizione avvicina molto WhatsApp Web a Telegram, uno dei più importanti competitor dell’app di Menlo Park. Da tempo, infatti, Telegram prevede la “modalità multi-device”. Tra qualche tempo sarà disponibile anche sulla piattaforma di proprietà di Facebook e, con l’inserimento di questa opzione, sarà possibile connettere fino a 5 device contemporaneamente allo stesso account.

Essendo di proprietà Facebook (Meta da qualche tempo), anche in WhatsApp saranno introdotte delle opzioni che richiamano il mondo della messaggistica del social di riferimento. Così, le “reaction” ad un post, tipiche della piattaforma proprietaria di Mark Zuckerberg, trasportate su Messenger, saranno presto fruibili su WhatsApp. Infine, gli sviluppatori di Menlo Park hanno ritoccato anche la sicurezza e le impostazioni di protezione della privacy per i loro utenti. Infatti, con gli ultimi aggiornamento in arrivo, l’utente potrà decidere di nascondere l’accesso alla chat solo ad alcuni contatti, optando per la voce “A tutti i contatti eccetto…”. Qualora scelga questa funzionalità, lo user potrà creare una sorta di “black list”, all’interno della quale inserire quei contatti “molesti” o disturbanti ed evitare che questi ne controllino le modalità di utilizzo. Infine, da Menlo Park arriverà un sistema grazie al quale sarà possibile leggere anche quei messaggi inviati e poi cancellati. A tal proposito, infatti, esistono delle applicazioni “che conservano una cronologia delle chat, salvando così anche i messaggi che sono stati inviati per errore oppure cancellati per pentimento”. Ma sarà necessario prestare molta attenzione. Questi programmi potrebbero alterare e limitare la sicurezza delle informazioni, perché in grado di leggere anche le chat private.