I suggerimenti di Amazon per prevenire la chiusura dell’account di Affiliati

I suggerimenti di Amazon per prevenire la chiusura dell’account di Affiliati

12/10/2021 0 By Redazione

Sono molte le persone che promettono sistemi quasi infallibili per guadagnare soldi facili su internet stando comodamente a casa seduti davanti al computer a non fare nulla o quasi. Personalmente credo che i soldi non cadano dal cielo e non ho mai trovata una pianta spontanea che li produca. Meno che mai l’ho trovata in quasi 30 anni di navigazione in internet. Per guadagnare dei soldi, anche su internet e lavorando da casa, è indispensabile trovare un’azienda solida e affidabile e sottoscrivere con essa una sorta di accordo, magari virtuale, con una serie di regole. Certamente Amazon è una realtà consolidata da decenni in Internet, con una solida base economica e con idee ben chiare su come si possono fare affari in internet. Il programma di affiliazione Amazon, poi, consente a chi ha un sito internet, un blog e, in generale, ai creatori di contenuti web di monetizzare le recensioni e i consigli di prodotti e servizi che si possono trovare sullo store diffuso e conosciuto in tutto il pianeta. Purtroppo per diventare affiliato Amazon, oltre a possedere un sito idoneo seguendo le linee guida, è indispensabile sottoscrivere un accordo ben articolato e, ahimè, lunghissimo. Il rischio concreto per chi viola gli accordi e di vedersi chiuso l’account di affiliato Amazon.

Amazon

Prevenire è meglio che curare

Consapevole del fatto che la lettura dell’accordo per diventare affiliato Amazon è una sfida improba, sulle pagine del programma di affiliazione possiamo trovare una serie di indicazioni che ci aiuteranno ad evitare la chiusura del nostro account di affiliato. Alla base delle regole la tutela del marchio Amazon e l’onestà intellettuale verso i clienti anche potenziali. Ai nostri utenti dovrà sempre essere ben chiaro che stanno per essere reindirizzati a una pagina del sito web di Amazon utilizzando il pulsante “Acquista su Amazon” o indicazioni simili, anche testuali. Indispensabile, poi, evitare di utilizzare parole chiave che sono marchi registrati di Amazon, ad esempio Kindle o Alexa, per migliorare i propri risultati nei motori di ricerca per le pagine dove stiamo recensendo tali prodotti. Una tentazione nella quale tutti possono cadere è di acquistare spazio da altri siti per ottenere materiale mediatico. Questo è espressamente vietato dall’accordo operativo e se proprio vogliamo utilizzare questo sistema dovremo assicurarci, quanto meno, di aggiornare l’elenco dei nostri siti web. L’aggiornamento dell’elenco dei siti web dove saranno pubblicati è indispensabile per consentire ad Amazon di convalidare tutte le operazioni all’interno del programma.

Evitiamo le scorciatoie

Utilizzare i cookie per tracciare i visitatori del nostro sito web sui link di affiliazione è una pratica molto grave come pure è considerato grave fornire a familiari o amici il link di affiliazione per i loro acquisti su Amazon. Eviteremo anche, accuratamente, di chiedere ai visitatori abituali del nostro sito di aggiungere il nostro link di affiliato ai preferiti in modo da poterlo utilizzare ogni volta che vogliono effettuare un acquisto come non lo inseriremo nelle nostre eventuali newsletter. Se la nostra newsletter è seguita possiamo sempre creare sul nostro sito dei contenuti dove poi reindirizzeremo al sito di Amazon per quel o per quei particolari prodotti. Mi direte che bisogna lavorare per fare soldi con il Programma di affiliazione Amazon. Cosa avevo detto al principio?