Il primo passo di Adidas nel mercato degli NFT è un successo

Il primo passo di Adidas nel mercato degli NFT è un successo

L’esordio di Adidas nel comparto dei Token Non Fungibili (NFT) ha portato importanti guadagni per il brand leader dell’abbigliamento e degli accessori sportivi. Infatti, a pochi giorni dall’annuncio dell’iniziativa, Adidas ha ottenuto incassi da capogiro. In particolare, la partnership con Bored Ape Yacht Club, Gmoney e Punks ha permesso all’azienda di guadagnare oltre 23 milioni di dollari in Ethereum, di cui circa 15,5 milioni nella fase “Early Access” e altri 7,5 milioni con l’inizio della fase delle vendite. Nel complesso, sono stati emessi circa 30.000 NFT, nonostante l’emergere di alcune criticità che hanno comportato la sospensione delle prime attività commerciali.

E i nuovi ricavi di Adidas, dopo l’esordio nel settore dei Token Non Fungibili, si inseriscono nei guadagni già fatti registrare dall’azienda per la normale attività nel comparto dell’abbigliamento e degli accessori sportivi. Infatti, nel corso dell’ultimo trimestre fiscale, Adidas ha conseguito entrate pari a 538,4 milioni di dollari. 23 sono i milioni che sono stati ricavati dalla vendita di NFT a tiratura limitata; questo primo dato dovrebbe già indurre Adidas ad un’importante riflessione, incoraggiando al proseguimento di quest’attività nel comparto degli NFT. Ma l’interesse per i Token non Fungibili e per i risultati in grado di realizzare all’interno del Metaverso attirano anche le aziende concorrenti della Nike. E, proprio pochi giorni fa, l’azienda leader nel settore dell’abbigliamento e degli accessori sportivi ha acquisito RTFKT, specializzata proprio nella produzione di scarpe virtuali.

Gli NFT di Adidas sono stati proposti sul mercato ad una cifra pari a 0,2 Ethereum, circa 700 euro. Seppur non rappresentino beni economici materiali, molti però si sono interessati ai Token non Fungibili, rendendosi disponibili a spendere anche tanto pur di ottenere prodotti esclusivi e personalizzati. A tal proposito, sul suo sito ufficiale, Adidas ha annunciato: “Gli NFT in edizione limitata sono esauriti”, ribadendo come “questo è solo l’inizio”. Pertanto, diventa sempre più concreta l’idea di un futuro contraddistinto da iniziative simili a questa messa già in campo da Adidas.

Un Token non Fungibile (in inglese Non-Fungible Token o, in acronimo, NFT) è una speciale tipologia di token crittografico “che rappresenta l’atto di proprietà ed il certificato di autenticità scritto su Blockchain di un bene unico (digitale o fisico)”. Proprio per questo motivo, i Token non Fungibili non sono “reciprocamente intercambiabili”. L’obiettivo dei Token non Fungibili è quello di “creare scarsità digitale verificabile, proprietà digitale e/o possibilità di interoperabilità delle risorse su più piattaforme”. Sono molte le applicazioni che si basano sugli NFT. NFT che sono l’essenza di “oggetti digitali unici come crypto art, oggetti da collezione digitali e giochi online”.