L’artista informatico David A. Roberts racchiude 4 miliardi di anni di vita della Terra in un video di 4 minuti

L’artista informatico David A. Roberts racchiude 4 miliardi di anni di vita della Terra in un video di 4 minuti

Hai una vaga idea di come si sia evoluta la Terra da 4,5 miliardi di anni fa fino ad oggi? 

Probabilmente non possiamo descriverne tutte le fasi con esattezza, ma l’artista e scienziato informatico David A. Roberts ha creato una simulazione al computer che ci può aiutare a comprendere, attraverso un video di 4 minuti che simula la storia completa di un pianeta simile alla terra, i più grandi cambiamenti che hanno portato l’intero Globo ad essere così come lo percepiamo al giorno d’oggi. 

Per mostrarci visivamente la lunga storia della Terra e le sue trasformazioni, David A. Roberts ha creato una simulazione con fragment shader GLSL per evidenziare le diverse epoche geologiche a 60 frame al secondo. Potete visionare il video direttamente sul suo blog.

Inizialmente non aveva un’idea ben chiara, ma l’ispirazione per questo progetto è arrivata dopo la scoperta del gioco del 1990 SimHearth su Internet Archive. Dapprima ha creato una sorta di minigioco che consentiva di modificare il suolo terrestre per vedere il condizionamento del clima, dopodiché ha creato la storia visiva che attraversa le diverse fasi ed epoche. In questo modo la visione diventa piacevole ed interessante anche per chi non è esperto.

La simulazione inizia mostrando gli esordi dell’oggetto planetario, quando ancora era una grande massa ricoperta di magma liquido che si è ricoperta poi di uno strato solido. Successivamente passa ad una mappa distesa che che proietta il movimento e lo spostamento delle placche tettoniche che hanno portato alla nascita dei diversi continenti. A questo punto iniziano a manifestarsi i diversi colori, anche per esaltare come l’acqua modella ed corrode i continenti e come i diversi strati dell’atmosfera ed i cicli climatici influenzano l’evolversi del suolo terrestre. 

A metà della simulazione, vediamo alternarsi il giorno e la notte, il che permette di valutare lo sviluppo delle diverse civiltà che hanno preso vita nel corso degli anni, anche in base alle luci che si formano sulla superficie terrestre durante la notte. Alla fine del video ci viene mostrato un futuro drammatico ed estremo, pur sempre mantenendo un effetto realistico. 

L’obiettivo di Roberts non è stato quello di produrre la simulazione per inviare un tipo di messaggio specifico, ma per raccontare l’interessante storia del nostro Pianeta e dei suoi abitanti per farci capire quanto siano estremamente connessi e quanto condizionati dai diversi cambiamenti che avvengono nel corso degli secoli. 

Il progetto non è ancora finito, infatti l’artista sta valutando la possibilità di dare agli utenti l’opportunità di cambiare i parametri iniziali per poi osservarne le conseguenze. Questo porterebbe ad una maggiore interattività e ad una comprensione più intuitiva dei sistemi.