LinkedIn aggiorna il suo algoritmo: quali post saranno meno visibili?

LinkedIn aggiorna il suo algoritmo: quali post saranno meno visibili?

08/05/2022 0 By fogliotiziana

In un post ufficiale del blog, LinkedIn annuncia le modifiche per ottimizzare i contenuti offerti nel feed delle notizie e migliorare così l’esperienza dell’utente. Una novità che sarà apprezzata da tutti coloro che sono stufi dell’onnipresenza dei post “clickbait” sulla rete professionale!

A seguito del feedback dei suoi utenti, LinkedIn darà meno importanza ai seguenti contenuti:

  • Post che generano un coinvolgimento artificiale: molti utenti si lamentano dei post che incoraggiano la community a impegnarsi tramite Mi piace o reazioni al solo scopo di aumentare la propria portata. LinkedIn afferma: “Non promuoveremo questo tipo di contenuto e incoraggiamo tutti nella community a concentrarsi sulla fornitura di contenuti affidabili, credibili e autentici“.
  • Sondaggi di persone che non conosci: alcuni utenti sono stanchi di vedere troppi sondaggi di persone che non conosci apparire nel loro feed di notizie. Per questo la rete professionale indica che adotterà misure per evitarlo e specifica: “questo significa meno sondaggi da persone che non conosci e più sondaggi da persone della tua rete con cui è più probabile che ti coinvolgano.”

Contenuti che saranno maggiormente promossi da LinkedIn

LinkedIn spiega anche cosa vedrai ora con maggiore probabilità nel tuo feed di notizie:

  • Le notizie più importanti dalla tua rete: LinkedIn è consapevole che potrebbero esserci suggerimenti di contenuti non sempre molto rilevanti nel feed delle notizie (e anche nelle notifiche, del resto…).
  • Esempio classico: vedi un post di una persona sconosciuta perché qualcuno nella tua rete ha lasciato un commento ma non ti interessa necessariamente. Pertanto, il social network annuncia che favorirà la visualizzazione di “attività più mirate dalla tua rete e dove sarà anche più probabile che tu ti unisca alla conversazione.
  • Notizie e approfondimenti da opinion leader, esperti o creatori a seconda del tuo campo e dei tuoi interessi: in base ai feedback, gli utenti vogliono anche ottenere notizie più rilevanti da influencer nel loro campo (quindi persone al di fuori della loro rete). Questo può consentire di ottenere informazioni (e suggerimenti!) davvero arricchenti per la tua carriera professionale e il tuo lavoro quotidiano. Pertanto, LinkedIn lavorerà per identificare i contenuti degli esperti che corrispondono ai profili degli utenti al fine di evidenziarli nel loro feed di notizie.

Inoltre LinkedIn annuncia un’opzione per segnalare i post che non ti interessano (cliccando sui 3 puntini verticali in alto a destra di un post). L’obiettivo: “far sapere alle persone che non vuoi vedere così tanti contenuti da un determinato creatore/autore, o argomento, o se pensi che il contenuto specifico possa andare contro le politiche della comunità professionale. Un’opzione per vedere meno contenuti politici è stata inizialmente testata anche negli Stati Uniti e potrebbe espandersi in più paesi se il feedback degli utenti è positivo al riguardo.”