Bitcoin Bitcoin 3.99% $44260.74
3.99%
36420.21 BTC $833082556416.00

Microsoft scopre le carte: Windows 11 sarà disponibile il 5 ottobre

Microsoft scopre le carte: Windows 11 sarà disponibile il 5 ottobre

02/09/2021 0 By fogliotiziana

Microsoft annuncia che la data di rilascio per Windows 11 sarà il 5 ottobre 2021. L’azienda sta parlando di una distribuzione graduale a partire da quella data. Il processo durerà fino alla metà del 2022.

Windows 11 sarà un aggiornamento gratuito per tutti coloro che hanno Windows 10. Basterà lanciare Windows Update per recuperare l’aggiornamento e procedere alla sua installazione. Ricordiamo che è necessario disporre di almeno un PC dotato di processore Intel di ottava generazione o AMD Ryzen 2000. Esiste comunque uno strumento Microsoft per scoprire se il proprio PC è idoneo o meno al nuovo sistema.

È bene notare che il rilascio di Windows 11 il 5 ottobre non sarà “completo”. Microsoft, infatti, ha fatto sapere che il supporto delle applicazioni Android non sarà pronto al lancio. Nei prossimi mesi sarà disponibile una versione di prova per i membri del programma Windows Insider. Possiamo quindi aspettarci che questa funzionalità sia disponibile per tutti dal 2022 e non prima.

Un altro elemento importante che riguarda l’installazione stessa. Come detto prima, è necessario almeno un PC con un processore Intel di ottava generazione o un AMD Ryzen 2000. Ma coloro che non hanno la configurazione richiesta possono installare tecnicamente Windows 11. Ciò richiederà loro di avere un PC con un 64 bit processore con minimo due core, 4 GB di RAM, 64 GB di storage e TPM 1.2. L’installazione verrà eseguita utilizzando il file ISO e non tramite Windows Update.

Attenzione, però. Microsoft ha avvertito che le persone che utilizzano questo metodo potrebbero non essere idonee per gli aggiornamenti, sia per le nuove funzionalità che per la sicurezza. La soluzione migliore potrebbe quindi essere quella di rimanere su Windows 10. Dopotutto, questo sistema operativo sarà supportato da Microsoft fino a ottobre 2025.