Perché Telegram potrebbe superare presto Whatsapp

Perché Telegram potrebbe superare presto Whatsapp

Sembra non fermarsi mai la sfida tra Telegram e Whatsapp. Le due applicazioni sono da sempre in competizione per conquistarsi il primo posto sul podio come miglior app di messaggistica istantanea e forse Telegram potrebbe riuscire a superare Whatsapp. Basti pensare che solo nella prima metà del 2021 l’app russa è stata scaricata 214,7 milioni di volte, il 61% in più dello stesso periodo nel 2020, ed a fare aumentare i download in questo ultimo periodo sicuramente ha contribuito anche il down totale di Whatsapp dello scorso 4 ottobre che ha portato all’impossibilità di utilizzare la piattaforma per ben sei ore. 

Un altro passo falso dell’app gestita da Facebook Inc. è stato quello di voler aggiornare nuovamente i nuovi termini del servizio e la privacy, cosa che non hanno per nulla gradito gli utenti che stanno iniziando a non voler cedere i propri dati personali con leggerezza. Mentre diminuiscono i motivi che spingono gli utenti ad utilizzare Whatsapp, crescono i molteplici aspetti positivi che stanno facendo legare sempre più persone all’app russa che risulta ancor più soddisfacente. 

Telegram gode di diverse caratteristiche che nessun’altra app di messaggistica istantanea possiede, ma la vera rivoluzione è rappresentata dai canali. Questa funzione esclusiva rappresenta uno strumento utile per diffondere messaggi pubblici ad un numero illimitato di persone. A differenza di una semplice chat, solo il proprietario del canale può pubblicare messaggi e contenuti di altro tipo al suo interno, i quali verranno mostrati con il nome del canale e non quello personale dell’admin. È un’ottima soluzione per tutti coloro che sono interessati a determinati argomenti e sono curiosi di ricevere nuove informazioni e curiosità senza dover essere disturbati dai messaggi inutili di altri partecipanti, come più banalmente avviene all’interno dei gruppi di Whatsapp.

Oltre i canali, Telegram offre potenti  strumenti di modifica foto e video e di personalizzazione delle chat; offre la possibilità di impostare dei bot per compiti specifici; è l’app di messaggistica più sicura che ci sia grazie ad una combinazione di crittografia simmetrica avanzata; infine, puoi accedere ai tuoi messaggi da tutti i dispositivi in una sola volta.

Il prossimo aggiornamento sulla privacy di Whatsapp ha già fatto scappare molte persone in direzione di Telegram, ma ciò che ha ancor di più contribuito sono state le numerose truffe di cui, bisogna dirlo, Zuckerberg non ha colpe, a dispetto di quelle verificatesi sull’app russa che sono davvero pochissime.