Secondo l’UNESCO l’INPS ha una delle 10 migliori intelligenze artificiali al mondo

Secondo l’UNESCO l’INPS ha una delle 10 migliori intelligenze artificiali al mondo

21/12/2021 0 By vanexa95

La notizia sta facendo il giro del web ed è persino un thread su Twitter: il progetto dell’INPS di classificazione di posta elettronica basato sull’intelligenza artificiale è stato indicato come “Outstanding” cioè “eccezionale” nella lista dei primi cento progetti che risolvono problemi relativi ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite redatta da IRCAI (il centro di ricerca per l’intelligenza artificiale dell’UNESCO).

Di cosa si tratta

Il progetto nasce con l’obiettivo di aiutare la PA e migliorare i servizi ai cittadini. Consiste nel superamento dell’attuale processo di selezione e smistamento manuale della mail tramite l’utilizzo dell’intelligenza artificiale che le analizza e indirizza direttamente agli uffici adatti e possibilmente al funzionario competente. Vista l’elevata mole di PEC che raggiunge l’INPS, aumentata ancora durante il periodo pandemico per toccare quota quattro milioni, questa selezione automatica fa risparmiare molto tempo agli impiegati statali e permette agli utenti di ricevere la risposta in tempi molto più brevi. Il testo dell’intero progetto è disponibile a questo link.

Le dichiarazioni di Vincenzo Di Nicola

Come si accennava all’inizio, le informazioni si sono diffuse inizialmente su Twitter dove Vincenzo Di Nicola, responsabile per l’innovazione tecnologica e la trasformazione digitali all’INPS, ha creato un Thread, specificando tra le risposte che il sistema utilizza dei modelli basati su BERT e GPT2, di grande innovazione nel settore del Machine Learning. Le sedi in cui il sistema è in sperimentazione sono gli uffici dell’area metropolitana di Milano, Treviso e Rovigo, Teramo e Napoli.

La dichiarazione di Pasquale Tridico

Il presidente dell’INPS ha rilasciato, con orgoglio, questa dichiarazione: “Il riconoscimento ottenuto oggi è per noi motivo sia di orgoglio nazionale che di incoraggiamento a proseguire in questa direzione. Un riconoscimento frutto del nuovo percorso di innovazione che l’Istituto ha avviato dal 2019 realizzandolo, anche grazie alla collaborazione con altre pubbliche amministrazioni e partner esterni. L’Istituto sta sviluppando soluzioni di vera avanguardia tecnologica mondiale nell’Intelligenza Artificiale e nel Machine Learning, soluzioni che vogliono realizzare un concreto beneficio per tutti gli stakeholders: cittadini, imprese e l’intera PA”.