Bitcoin Bitcoin 3.52% $43154.92
3.52%
57640.48 BTC $812268650496.00

Su Gmail arrivano le chiamate VOIP

Su Gmail arrivano le chiamate VOIP

Gmail si rinnova ed acquisisce nuove funzionalità, tra cui la possibilità di effettuare chiamate Voice Over IP (VOIP), come annunciato dalla stessa azienda di Mountain View, attraverso un tweet di Scott Johnston, leader di Google Voice. Google si concentra sul suo client di posta, con l’obiettivo di trasformare Gmail nel punto di riferimento di tutti i suoi programmi e servizi di comunicazione. E, sull’esempio di quanto Microsoft sta facendo con Outlook, Google aggiornerà Gmail, che acquisirà le seguenti funzioni: invio e ricezione di email; avvio di conversazioni individuali grazie all’opzione “Chat” e di gruppo, attraverso il comando “Spaces”; avvio, coinvolgimento e partecipazioni a riunioni, anche con il supporto video, attraverso la piattaforma “Meet”.

Ma la possibilità di dare avvio e ricevere chiamate Voice Over IP (VOIP) costituirà il vero fiore all’occhiello dell’aggiornamento che Google sta riservando al suo principale client di posta, Gmail. Infatti, fino ad ora, Google Voice consentiva di effettuare le telefonate, facendo uso dell’app presente sul desktop. Il Voice Over IP identifica una tecnologia che consente di realizzare una conversazione simile ad una chiamata effettuata attraverso una rete telefonica, ma che ricorre ad una connessione ad Internet o ad una rete di telecomunicazione basata sulla “commutazione a pacchetto”, basata sul protocollo IP senza connessione per trasportare i dati. La tecnologia VOIP, presto alla base delle chiamate e videochiamate per Gmail, permette una comunicazione sia audio che video, in tempo reale, destinate ad un uno o più destinatari in contemporanea, mediante una rete a pacchetto, quali videoconferenze e videochiamate. La tecnologia VOIP si basa sul segnale analogico, che però deve essere convertito in digitale, compresso e inviato a pacchetto, attraverso la rete, facendo uso di un doppio protocollo di comunicazione: uno finalizzato all’elaborazione della conversazione, attraverso la ricostruzione dei diversi frammenti audio, la sincronizzazione e l’identificazione del mittente; uno deputato al trasporto dei dati.

Ma il Workspace di Gmail cambierà anche esteticamente. Sulla sinistra, l’utente troverà una barra laterale, dove poter selezionare i servizi a disposizione (Mail, Chat, Space e Meet), con la possibilità di rendere invisibili le opzioni e le schede che non si fruiscono. Questa nuova versione Gmail è già in distribuzione per le aziende che hanno sottoscritto l’abbonamento a Google Workspace, mentre per gli user ordinari ci vorrà più tempo.

Ed accanto al design rinnovato, alla possibilità di effettuare chiamate e videochiamate in VOIP, Big G ha annunciato altre novità per Gmail. La prima è disponibile fin da subito, con l’utente che avrà la possibilità di inviare un feedback per la partecipazione ad una riunione, facendo ricorso a Google Calendar, a cui aggiungere anche un’indicazione di geolocalizzazione. La seconda, invece, disponibile da novembre, prende il nome di “Companion Mode”. Grazie a questa funzionalità, lo user potrà connettersi contemporaneamente, ma con due dispositivi elettronici differenti, ad una stessa riunione. Il secondo device verrà introdotto in modalità “muto per default”, al fine di evitare un ritorno audio.