Bitcoin Bitcoin 3.52% $43154.92
3.52%
57640.48 BTC $812268650496.00

Sui social più di 8 messaggi antisemiti su 10 non vengono cancellati

Sui social più di 8 messaggi antisemiti su 10 non vengono cancellati

15/08/2021 0 By fogliotiziana

Facebook, Instagram, TikTok, Twitter e YouTube non rimuovono i post antisemiti l’84% delle volte. A rivelarlo uno studio condotto dal Center for Countering Digital Hatred che si occupa di monitorare i contenuti d’odio online.

Secondo la nostra ricerca queste piattaforme non riescono a rimuovere contenuti offensivi e antisemiti, anche dopo aver ricevuto segnalazioni specifiche“, ha affermato l’ONG.

I ricercatori dell’organizzazione hanno raccolto un elenco di 714 post antisemiti su cinque delle più grandi piattaforme della Rete – YouTube, Instagram, Twitter, Facebook e TikTok – cercando parole chiave comunemente usate in quel contesto. Hanno quindi contrassegnato quel contenuto utilizzando gli strumenti messi a disposizione da queste piattaforme, e hanno osservato la reazione dei team di moderazione.

L’84% delle pubblicazioni segnalate non è stato oggetto di misure di moderazione dopo la segnalazione. Contenuti che, secondo le analisi della Ong, hanno raccolto complessivamente oltre 7,3 milioni di visualizzazioni. Solo in una minoranza di casi sono state intraprese azioni contro il contenuto, inclusa la cancellazione dell’account di chi l’aveva pubblicato.

I post segnalati includevano negazionismo dell’olocaustoteorie del complotto con protagonisti ebrei. “Questo è il motivo per cui i social network sono sempre meno sicuri per gli ebrei, così come per le donne, i neri, i musulmani, le persone LGBT e molti altri gruppi“, ha detto al Guardian Imran Ahmed, CEO del Ccdh.

Ahmed ha chiesto anche una legislazione che renda le società di social media responsabili “allo stesso modo di qualsiasi altra persona”.