Bumble Brew, Il luogo sicuro per il primo appuntamento

Bumble Brew, Il luogo sicuro per il primo appuntamento

Dopo un periodo che ci ha visti confinati in casa per molto tempo, è cresciuto in ognuno di noi quel bisogno di tornare ad uscire, di conoscere gente nuova. Questo è anche il pensiero che ha portato alla creazione di Bumble Brew, un locale nel centro di New York in cui gli utenti iscritti a Bumble, famosa app di incontri, potranno conoscersi di persona. Bumble, analizzando i dati successivi al periodo critico della pandemia, ha pensato di dare l’opportunità agli utenti di trascorrere un po di tempo insieme offrendogli un posto tranquillo e sicuro in cui farlo. Ora questa fuga dal virtuale, per un ritorno all’interazione ha finalmente un nome: Bumble Brew.

Il principio di Bumble

Ormai non ci è nuovo il concetto di app per incontri, un’applicazione pensata per fare nuove conoscenze e chissà, magari trovare l’amore. Su Bumble però il concetto di approccio che noi tutti abbiamo in mente viene completamente rivoluzionato: è infatti la donna a fare la prima mossa. Dopo uno scambio di like  la palla passa in mano alla donna che dovrà prendere la decisione di contattare o meno la persona interessata.

Un concept diverso, moderno ma molto in voga, soprattutto oltre confine, con lo scopo di tutelare il pubblico femminile dandogli la possibilità di scegliere chi contattare. È questo sguardo attento verso l’utenza femminile che ritroviamo anche nel concept del locale, pensato come luogo sicuro per un ritorno alla vita “reale”. Un’ idea che un po’ riprende quella del programma televisivo “Primo Appuntamento” in cui due persone completamente estranee condividevano una cena al fine di conoscersi meglio. Ma scopriamo meglio come funziona.

Uno sguardo al locale

Il progetto è potuto diventare realtà grazie alla collaborazione tra la fondatrice di Bumble.com,  Whitney Wolfe Herd, ed Pasquale Jones proprietario del Delicious Hospitality. Circa il 90% degli utenti nell’app sentiva la necessità di tornare ad incontrarsi ed a breve potranno farlo in questo nuovo locale situato nel cuore di Soho, a New York, grazie a questa collaborazione venutasi a creare. Il locale è stato progettato basandosi sull’app, al punto che anche gli interni e l’arredamento riprendono le tonalità del giallo che contraddistinguono lo stile Bumble. Il Bubble Brew mette a disposizione 80 coperti oltre ad un cocktail bar, una zona esterna ed una sala da pranzo privata. Per mancanza di personale inizialmente resterà aperto solamente per la colazione ma è in progetto di offrire menù anche per il pranzo e per la cena. Anche per i menu si è pensato ad un “cibo a misura di appuntamento”, piatti da condividere e che non creino imbarazzo o difficoltà nel mangiarli.

Il progetto non è ancora diventato realtà, anche se a breve lo sarà, con il sogno da parte della compagnia di allargare la catena di locali partendo dalla città di Austin, sede generale dell’azienda. Questo promosso anche dalla possibilità di sfruttare questi luoghi per riunioni o congressi che con frequenza vengono svolti e accompagnati da cibo e bevande.

New York quindi sarà un po’ il campo di prova per questo movimento che oltre all’America potrebbe coinvolgere tutto il mondo.

La cucina dal tocco tutto mediterraneo e la location curata nei minimi dettagli riusciranno ad allontanare le preoccupazioni che spesso accompagnano un primo appuntamento? Questo è da scoprire, ma sicuramente è un’idea innovativa che porta con sé un messaggio importante che da sempre la compagnia cerca di trasmettere. Parliamo della lotta per la tutela delle donne, combattuta da un team, quello di Bumble, composto esclusivamente da figure femminili.